Immagine di repertorio (Fonte foto: Pixabay)

Giappone, erutta il Monte Aso: innalzato il livello di allerta

Cenere e materiali piroclastici cadono dal cielo, mentre sono state diramate l'allerta e l'obbligo di non avvicinarsi

Un vulcano è eruttato in Giappone oggi mercoledì 20 ottobre, sparando le ceneri a molti chilometri di altezza e inducendo le autorità a mettere in guardia contro il pericolo di fiumi di lava e rocce che possono precipitare dal cielo – ma fin'ora non si hanno notizie di persone ferite.

Il Monte Aso, una destinazione turistica nell'isola meridionale principale del Kyushu, quando ha eruttato, intorno alle 11:43 ora locale, ha innalzato una colonna di fumo fino a 3,5 km di altezza. Il livello d'allerta per il vulcano è stato portato fino a 3 su una scala che va da 1 a 5, vietando alla gente di non avvicinarsi, e avvertendola del rischio della caduta di grandi rocce e materiale piroclastico in un raggio di un chilometro intorno al cratere Nakadake. La polizia locale ha detto che non ci sono stati rapporti di persone ferite o disperse, e le 16 persone che erano andate in escursione sulla montagna sono già tornate indietro in sicurezza. La cenere sta cadendo dalla montagna, alta 1.592 metri, sulla prefettura di Kumamoto.

Il Monte Aso aveva già avuto una piccola eruzione nel 2019. Il peggior disastro vulcanico del Giappone degli ultimi 90 anni invece riguardò il Monte Ontake nel Settembre 2014, quando 63 persone rimasero uccise. 

red/gp

(Fonte: Reuters)