GranSasso ancora nessuna
notizia dell'escursionista

Le ricerche ieri non hanno portato ad alcun esito per la ricerca dell'escursionista 37enne disperso da domenica sul Gran Sasso. Oggi i soccorritori continueranno le ricerche

Il Soccorso Alpino abruzzese ha reso noto, attraverso un comunicato stampa, che le ricerche effettuate nella giornata di ieri sfortunatamente non hanno portato ad alcun esito: l'escursionista 37enne disperso sul Gran Sasso da domenica pomeriggio non è ancora stato trovato.

Il comunicato riferisce che ieri "sono intervenuti ieri quasi 50 tecnici del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico abruzzese, del Soccorso Alpino Guardia di Finanza e Soccorso Alpino Forestale hanno raggiunto Campo Imperatore a cominciare dalle prime luci dell'alba grazie a corse speciali della funivia disposte dal Centro Turistico Gran Sasso.
Le prime squadre sono partite a piedi per raggiungere la zona di ricerca intorno a Monte Aquila.
Successivamente sono intervenuti tre elicotteri per portare velocemente le altre squadre nella zona delle operazioni.
Le condizioni meteorologiche ottimali di ieri, con cielo sereno e poco vento, hanno permesso di effettuare con rapidità numerosi voli che hanno depositato i soccorritori nell'ampia conca di Campo Pericoli, da Monte Aquila al Passo della Portella fino alle parti sommitali del Corno Grande.
Le sezioni di Roma e L'Aquila del Club Alpino Italiano hanno inoltre messo a disposizione dei soccorritori i rifugi Duca degli Abruzzi e Garibaldi.
Con particolare attenzione è stata perlustrata la zona intorno a cui lunedì pomeriggio erano stati ritrovati lo zaino con gli sci e la piccozza del disperso.
I soccorritori hanno utilizzato i propri apparati ARTVA (Apparato Ricerca Travolti Valanga) per captare eventuali segnali emessi dall'analogo apparato che aveva il disperso.
Inoltre la società Il Castello di Roccasaso ha messo a disposizione un apparato Recco® e il personale tecnico per il suo utilizzo. Questo tipo di apparato, dotato di antenna trasmittente, può captare eventuali segnali di riflessione da apparati ARTVA o da altri apparati elettronici o oggetti metallici, e quindi essere di ausilio per la ricerca di travolti da valanga".

Questa mattina le ricerche sono riprese, si attendono novità dalle autorità di soccorso locali.





Redazione/sm