''I sistemi multirischio in Italia'':
domani workshop a Bologna

Si svolgerà domani a Bologna un incontro sui monitoraggi multirischio per la tutela del territorio con gli interventi dei maggiori esperti del settore e l'illustrazione delle più recenti tecnologie per un controllo "intelligente" dei fenomeni naturali

Domani venerdì 25 ottobre a Bologna esperti di misurazione dei fenomeni naturali si ritroveranno per parlare delle più recenti innovazioni in materia di tutela del territorio e salvaguardia della popolazione. Al workshop, intitolato  "I sistemi Multirischio in Italia" parteciperano studiosi di spicco del settore, tra questi  Bernardo De Bernardinis, Presidente ISPRA e Stefano Tibaldi, Direttore Generale Arpa Emilia-Romagna e relatori provenienti da altre regioni italiane, come Guglielmo Berlasso, Direttore Protezione Civile Regione Friuli Venezia-Giulia; Francesco Mele, Direttore del Centro Funzionale Regionale Regione Lazio e Maurizio Ferla di ISPRA Venezia, Dipartimento Tutela Acque Interne e Marina.

La giornata, che si svolgerà a palazzo Gnudi, Via Riva Reno 77, si articolerà in due distinti momenti: al mattino dalle ore 10 alle 13 verrà presentato un sistema di nuova concezione denominato CAE Mhas -  Multi Hazard System,che consente di integrare, in un'unica rete di monitoraggio, tutti gli elementi utili al controllo dei diversi fattori di rischio di un territorio, cioè una sorta di "rete intelligente" in grado di dare informazioni estremamente precise e sempre aggiornate sull'andamento dei fenomeni naturali e sull'evoluzione degli scenari possibili.

Il pomeriggio prevede invece la fase congressuale vera e propria incentrata sui sistemi di previsione meteo, mitigazione del rischio frana e, più in generale, sul monitoraggio di tutti quei parametri il cui controllo contribuisce al governo del territorio. Le relazioni spazieranno dalla previsione dei fenomeni temporaleschi in Alto Adriatico fino al monitoraggio frane applicato in Calabria (v. programma degli interventi riportato in calce).

L'incontro organizzato da CAE Spa, la società bolognese che opera del settore del monitoraggio ambientale e che ha messo a punto il sistema Mhas, verrà aperto dal saluto dell'Assessore alla Protezione civile dell'Emilia Romagna, Paola Gazzolo.


red/pc

(fonte: Segest)




Programma workshop:  I sistemi Multirischio in Italia

introduce e modera Prof. Bernardo De Bernardinis - Presidente ISPRA
saluto ai partecipanti: Ass. Paola Gazzolo - Protezione civile Emilia Romagna

ore 14.20
La conoscenza dei parametri fisici per il governo del territorio

Dott. Vincenzo Coccolo – Direttore Generale Opere pubbliche, difesa del suolo, economia montana e foreste e Protezione Civile della Regione Piemonte

ore 14.40
Le previsioni meteo come passo essenziale della gestione dei rischi naturali: previsioni deterministiche versus previsioni probabilistiche

Prof. Stefano Tibaldi – Direttore Generale - Arpa Emilia-Romagna

ore 15.00 
Dott. Guglielmo Berlasso – Direttore Protezione Civile – Regione Friuli Venezia-Giulia

ore 15.20
Tecnologie e tecniche innovative a servizio delle attività di gestione del rischio in ambito di Protezione Civile

Ing. Francesco Mele – Direttore Ufficio Idrografico e Mareografico e Centro Funzionale - Regione Lazio

ore 15.40
Il sistema multirischio in Calabria: l'esperienza del monitoraggio integrato in tempo reale per la mitigazione del rischio da frana
Ing. Raffaele Niccoli – Dirigente Centro Funzionale ARPACAL Regione Calabria

ore 16.00
Il Sistema ISPRA di previsione dei fenomeni di storm surge in alto adriatico

Ing. Maurizio Ferla – Dirigente ISPRA Venezia Dipartimento Tutela Acque Interne e Marine – Servizio Laguna di Venezia

ore 16.20 Discussione