fonte Pixabay

Il maltempo flagella l'Italia, due morti

Una donna sbalzata via con l'auto a Fiumicino, uomo travolto ad Arezzo. La Toscana chiede l'emergenza regionale e nazionale

Il maltempo nel fine settimana ha colpito duramente l'Italia causando due morti. Una donna è morta a Fiumicino. Ad Arezzo, è stato ritrovato il corpo di un anziano: la sua auto era stata travolta dalla piena.

La tragedia che si è consumata nella notte di sabato nella zona di Focene, nel comune di Fiumicino, è stata causata da una tromba d'aria. Il vento ha provocato un incidente ad una vettura, sbalzata in aria, che stava percorrendo via Coccia di Morto, provocando la morte di una 27enne, che era al suo interno. La donna era uscita di casa in auto, ha raccontato il papà, addolorato e disperato, per andare a prendere delle sigarette al vicino distributore di carburante. Aveva tentato di ripararsi nel parcheggio di un distributore di benzina, ma la tromba d'aria ha sollevato la sua Smart, e l'ha sbalzata a decine di metri di distanza, oltre un canale di bonifica ed una recinzione. Danni enormi si registrano al distributore, ma anche ad almeno sei macchine completamente accartocciate. Qualche danno anche alle abitazioni vicine, tra via dei Polpi e via dei Nautili, due delle quali con tetti scoperchiati. Detriti sparsi dappertutto. "Sembra un teatro di guerra - ha detto il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino - la situazione è grave ma per fortuna non ci sono stati altri feriti. Una ventina di case coinvolte, una piccola abitazione crollata. Ci sono tetti, tegole, recinzioni divelte, giardini distrutti. La potenza era enorme".


E ad Arezzo è stato ritrovato morto l'uomo di 72 anni disperso dalla serata di venerdì nella frazione di Olmo. I vigili del fuoco e la polizia locale hanno ritrovato l'auto del 72enne vuota nei pressi di un sottopasso delle Ristradelle, nella tarda serata, mentre il corpo senza vita dell' anziano è stato ritrovato nei pressi del campo sportivo di Olmo stamani intorno alle 8.10. Il corpo del 72enne, secondo quanto riferito dai vigili del fuoco intervenuti sul posto, è stato ritrovato nel canale di scolo di una strada vicinale nei pressi del campo sportivo di Olmo, frazione di Arezzo. L'uomo si trovava in mezzo al fango e ai detriti, non lontano dalla propria auto che è stata travolta dalla piena e che al momento deve essere ancora recuperata.

Questa mattina la Regione Toscana ha firmato l'emergenza regionale per i danni causati dal maltempo del fine settimana, soprattutto nell'Aretino e sull'Amiata. E verrà fatta la richiesta di emergenza nazionale e anche di calamità nazionale (per i danni all'agricoltura). Nei prossimi giorni i tecnici regionali si recheranno sui luoghi colpiti dal maltempo, per fare assieme ai Comuni un censimento dei danni e verificare le situazioni idrogeologiche più critiche.

"Si è trattato - hanno spiegato gli esperti del Lamma, Consorzio  tra Regione Toscana e CNR specializzato in meteorologia, climatologia, sistemi informativi geografici e geologia - di precipitazioni temporalesche forti e persistenti. In buona parte del territorio regionale i cumulati sono stati superiori ai 50-70 millimetri, ma in alcune zone (Arezzo, Chianti, Monte Amiata) hanno raggiunto valori intorno ai 200 mm., con picchi sopra gli 80 mm L'ora".

Sempre dal Lamma, fanno sapere che sulla Toscana resta un'area di instabilità, con precipitazioni sparse e di intensità minore. Per i prossimi giorni sono previste condizioni di tempo prevalentemente stabile, con qualche possibile rovescio sugli Appennini e sul Monte Amiata. Ulteriore miglioramento nei giorni successivi.

Red/cb
(Fonte: Ansa)