Legnano 12 Giugno: Primo Convegno intercomunale dei COM (Centri Operativi Misti) 7 ed 8

"Pianificazione dell'emergenza, la collaborazione di tutte le componenti del Sistema di Protezione Civile - verso un Servizio InterComunale di Protezione Civile del COM 7-8 -"

Sabato 12 Giugno 2010, a Legnano, presso la Sede dell'Associazione di Volontariato "Corpo di Protezione Civile Alberto da Giussano", si terrà il primo Convegno intercomunale dei COM (Centri Operativi Misti) 7 ed 8, dal titolo "Pianificazione dell'emergenza, la collaborazione di tutte le componenti del Sistema di Protezione Civile - verso un Servizio InterComunale di Protezione Civile del COM 7-8 -" Il Convegno, patrocinato della Regione Lombardia e della Provincia di Milano, oltre che dei dieci Comuni coinvolti, è stato ideato dalle Organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile dell'ambito territoriale COM 7 - 8 aderenti all' "Intesa di Protezione Civile" ossia ad un patto di collaborazione tra più Organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile e vede coinvolti i comuni di: Busto Garolfo, Casorezzo, Cerro Maggiore, Rescaldina, Dairago, Legnano, Nerviano, Parabiago, San Vittore Olona e Villa Cortese.

Le Organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile coinvolte sono: 1) Gruppo volontari Protezione Civile Busto Garolfo; 2) Unità Comunali Permanenti Emergenza Casorezzo; 3) Gruppo Intercomunale di Protezione Civile di Cerro Maggiore, San Vittore Olona e Rescaldina; 4) Gruppo volontari Protezione Civile Dairago; 5) Corpo di Protezione Civile Alberto da Giussano Legnano; 6) Org.di Prot.Civile "Soccorritori Cinofili Volontari" Nerviano; 7) Servizio Emergenza Lombardia Protezione Civile di Parabiago; 8) Associazione Protezione Civile Villa Cortese.

Obiettivo principale del Convegno è presentare l'opportunità del Servizio InterComunale di Protezione Civile
, ossia la gestione associata, a livello sovracomunale, del Servizio di Protezione Civile, che potrebbe portare  ad una collocazione più adeguata delle risorse dei singoli Comuni, utilizzando così in maniera più efficace ed efficiente le risorse territoriali presenti, sia di uomini sia di attrezzature. Bisognerebbe trasferire a livello istituzionale, ai Comuni, ciò che le otto Organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile hanno già creato in questi ultimi anni: una unione stabile finalizzata alla collaborazione reciproca e alla creazione di iniziative condivise, in particolare nei settori della Formazione e degli addestramenti. Le Organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile (OOdV) propongono ora ai Comuni di creare un'unione similare a livello istituzionale, associando il Servizio di Protezione Civile svolto da ogni singolo Comune per fondare un unico Servizio InterComunale di Protezione Civile, che dovrà essere deliberato dai singoli Consigli Comunali che ne approveranno il Regolamento e che  dovrebbe prevedere un'unica Segreteria del Servizio, ossia un unico punto di riferimento per tutti i Comuni dell'ambito territoriale dei COM 7 ed 8. Lo scopo è  la condivisione delle risorse, umane e materiali, già presenti nei diversi Comuni, al fine di una utilizzazione condivisa ottimale. Punto di partenza sarà aggiornare i singoli Piani Comunali di Protezione Civile presenti nei singoli Comuni ed informatizzarli attraverso un identico sistema informatico, permettendo così di integrare successivamente tutti i dati e, quindi, tutti i Piani Comunali di Protezione Civile in un unico Piano InterComunale contenente l'analisi dei Rischi presenti sul territorio e le Risorse disponibili a livello aggregato intercomunale.L'attuale legislazione prevede l'obbligatorietà per i Comuni di dotarsi di un sistema comunale di Protezione Civile, ossia di una struttura stabile che si occupi delle attività di analisi, studio, previsione e prevenzione dei Rischi, oltre che delle attività necessarie per fronteggiare le emergenze che potrebbero verificarsi.

Il Convegno, importantissimo per lo sviluppo della Protezione Civile locale si articolerà in due sessioni:

  • Al mattino, saranno invitati tutti i Sindaci dei dieci Comuni coinvolti e  saranno presentati i lavori svolti dalle sei Commissioni Tematiche di Lavoro. Verrà inoltre presentata l'esperienza percorsa dall'ambito territoriale del COM 20, il SudEst di Milano, che già da alcuni anni ha intrapreso la strada del Servizio InterComunale di Protezione Civile;
  • Al pomeriggio, saranno invitati i Comandanti delle Polizie Locali, i Responsabili delle Aree Tecniche (ufficio tecnico, lavori pubblici), i Responsabili Operativi Comunali (ROC) di Protezione Civile e gli Assessori delegati alla Protezione Civile. Si entrerà nel dettaglio tecnico del lavoro svolto dalle Commissioni "logistica" ed "informatica".
 

(red.)