Macerata, partiti 7 volontari di Legambiente per la salvaguardia dei beni culturali in Albania

L'operazione nell'ambito del progetto Archadrin. Previsto un incontro il 15 aprile tra le rappresentanze italiane e albanesi

E' partito lo scorso sabato il gruppo dei volontari di Legambiente per la prosecuzione del progetto Archadrin per la salvaguardia e valorizzazione dei beni culturali nella Valle del Drino in Albania. La squadra di 7 volontari di Legambiente operera' sul territorio fino al prossimo 18 aprile e lavorera' a fianco di altrettanti studenti dell'Universita' di Argirocastro, che lo scorso ottobre hanno partecipato al corso di formazione per la salvaguardia dei beni culturali in emergenza, organizzato per schedare i beni mobili presenti nella regione albanese di Argirocastro ai confini con la Grecia.

Oltre al lavoro di schedatura che si svolgera' tra il 12 e il 17 aprile, nella giornata di giovedi' 15 aprile si terra' un incontro tra le rappresentanze albanesi e italiane: si parlera' dell'importanza del volontariato e della Protezione Civile nell'attivita' del recupero dei beni culturali e le attivita' archeologiche; inoltre saranno consegnati gli attestati agli studenti albanesi che hanno partecipato al corso di formazione tenutosi in Albania ad ottobre dello scorso anno.


All'incontro - e' detto in una nota - parteciperanno tra gli altri, il Console d'Italia a Valona Sergio Strozzi, e il responsabile del gruppo di protezione civile beni culturali di Legambiente Marche Milko Morichetti. La cooperazione internazionale tra i due Stati e' opera della stretta collaborazione tra Legambiente, Dipartimento Nazionale Protezione Civile e Protezione Civile della Regione Marche, Universita' di Macerata e Universita' di Argirocastro.

 

(red)