Maltempo Emilia Romagna: cessato allarme fiumi, ma permane criticità idrogeologica

Tutto il territorio emiliano romagnolo fino alle 24 di domani sarà attenzionato per criticità idraulica e idrogeologica: nel parmense evacuate cinque famiglie a Berceto, a Calestano (loc.Pioppone) ha ceduto una parte della carreggiata; frana anche a Sasso Marconi (BO). Cessati invece gli allarmi e preallarmi attivati su alcuni fiumi

Dall’Agenzia  di Protezione civile dell'Emilia Romagna arriva la cessazione delle fasi di allarme e preallarme che erano state attivate su alcuni fiumi delle Regione, su tutto il territorio regionale rimane invece in vigore fino alla mezzanotte di domani la fase di attenzione per criticità idraulica e idrogeologica, in conseguenza delle abbondanti precipitazioni, del grado di saturazione dei terreni, dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua e delle criticità registrate sul territorio.
Al Centro operativo regionale di Protezione civile è stata segnalata l'evacuazione di cinque nuclei familiari a causa di una frana a Berceto, nel Parmense; un’altra frana si è verificata a Sasso Marconi, in provincia di Bologna, mentre sulla strada provinciale 15 a Calestano, in località Pioppone (Parma), ha ceduto una parte di carreggiata.
I fiumi per i quali è cessata la fase di allarme sono il Samoggia (nei comuni di Anzola dell’Emilia, Sala Bolognese, San Giovanni in Persiceto) e il Montone; per Idice (comuni di Budrio, Medicina, Molinella e Argenta), Ronco, Savio, Lamone, Senio e Uso è terminata la fase di preallarme.

red/pc

(fonte: Regione ER)