Foto del sopralluogo sul ponte dopo il crollo - fonte: Regione FVG

Maltempo FVG, ricostruito in Carnia il ponte di Comeglians (UD)

Il ponte era stato portato via dalla furia delle acque il 29 ottobre

La ricostruzione del ponte di Comeglians, portato via dalla furia delle acque il 29 ottobre, è stata portata a termine.

Il valore simbolico della ricostruzione del ponte è avvalorato anche dal computo complessivo dei danni causati dal maltempo: se a livello nazionale sono stati stimati 1,77 miliardi di euro di danni, il solo Friuli Venezia Giulia ne ha subiti 600 milioni.

"Oggi è una giornata particolarmente significativa perché, a meno di due mesi dagli eventi disastrosi del maltempo di fine ottobre, si apre il ponte simbolo della ricostruzione riattivando una via di collegamento di primaria importanza per la montagna del Friuli Venezia Giulia" hanno dichiarato il vicepresidente con delega alla Protezione civile Riccardo Riccardi e l'assessore alle Infrastrutture e Territorio Graziano Pizzimenti.

"C'è da essere orgogliosi di come la Protezione civile, Fvg Strade, le amministrazioni comunali e tutte le realtà interessate hanno reagito agli eventi calamitosi: il Friuli Venezia Giulia non è rimasto in ginocchio un solo momento, reagendo in modo composto ed efficace come sempre sa fare", hanno confermato gli assessori.

Per il vicepresidente Riccardi e l'assessore Pizzimenti "ora bisogna continuare con l'opera di ricostruzione e, soprattutto, consolidare quella cultura della prevenzione fatta di opere, professionisti preparati e strumentazione aggiornata, che hanno fatto la differenza in questi momenti difficili. È grazie a tutto questo che, nonostante l'intensità degli eventi, siamo riusciti a preservare vite umane e a ripristinare la normalità in così breve tempo".

Da parte dell'assessore Pizzimenti è stato espresso un particolare ringraziamento "alle maestranze di Fvg Strade per il grande lavoro svolto e il continuo impegno profuso che ha permesso di dare in tempi così brevi una risposta importantissima per gli abitanti e le attività produttive della vallata".

red/mn

(fonte: Regione FVG)