(Fonte foto: Dipartimento di Protezione Civile)

Ancora maltempo in Calabria e Sicilia

Mentre si contano i danni del finesettimana, continuano le precipitazioni diffuse su Sicilia e Calabria. Allerta arancione anche oggi

Oggi il capo della Protezione Civile Borrelli sarà a Crotone per una prima stima dei danni del maltempo, mentre continuano le precipitazioni diffuse su Sicilia e Calabria, accompagnate da fulmini, grandinate e forti raffiche di vento: è stata diramata anche per la giornata di oggi un’allerta arancione su gran parte del settore ionico della Calabria e sulla Sicilia orientale. "A Crotone la situazione è in via di miglioramento", ha detto Angelo Borrelli, "adesso andremo con il ministro Boccia per un sopralluogo, ma sono stato in costante contatto con i colleghi della Regione che hanno fatto un ottimo lavoro".

La situazione a Crotone
A Melissa, in provincia di Crotone, un ponte ha ceduto alle piogge ed è crollato. Secondo quanto apprende, non risultano persone coinvolte nel crollo. La provincia sabato si era svegliata sotto un violento nubifragio, che aveva colpito anche la stessa città di Crotone: fin dalle prime ore del mattino, le vie erano completamente invase dall'acqua. Molte persone sono state soccorse dai vigili del fuoco dopo che l'acqua aveva allagato i piani bassi, i garage e gli scantinati, provocando danni anche alle automobili, che in alcuni punti della città sono state completamente sommerse. Da segnalare anche molti smottamenti in tutta la provincia. Vigili del fuoco e protezione civile sono tuttora impegnati in numerosi interventi.


(Fonte foto: profilo Twitter Vigili del Fuoco)

La situazione in Sicilia
Piove da sabato notte anche in provincia di Palermo, dove la protezione civile ha diramato l'allerta arancione. Gli agenti della polizia municipale e i vigili del fuoco segnalano allagamenti lungo la zona di viale Regione Siciliana. L'asse che collega l'autostrada Palermo Catania alla Palermo Mazara del Vallo è stato chiuso per un tratto a causa di alcuni allagamenti nei sottopassi. Anche il traffico ferroviario con l'aeroporto ha subìto qualche ritardo, e solo verso le 9:40 del mattino di domenica i treni hanno ripreso a circolare regolarmente.

È stata la prima ondata di maltempo invernale anche alle Eolie. Le sette isole dell'arcipelago da sabato pomeriggio sono prive di collegamenti con la terraferma a causa delle forti raffiche di vento provenienti da est-sud-est; il mare mosso ha bloccato nei porti aliscafi e traghetti. Le mareggiate hanno investito la Marina Garibaldi di Canneto a Lipari che da alcune settimane è interessata da lavori di rifacimento del lungomare provocando danni e disagi. Il mare ha anche allagato la strada in alcuni punti e nella rotabile sono finiti sabbia e detriti che hanno creato difficoltà alla circolazione automobilistica. Le imbarcazioni per sicurezza sono state spostate sui marciapiedi sia a Canneto che a Marina Lunga.

red/gp

(Fonte: Ansa)