fonte Archivio sito

Maltempo in Liguria e Campania, crolla palazzetto a Vipiteno

Da ieri sera le forti piogge hanno causato l'evacuazione di tre famiglie in un centro dell'Avellinese e l'esondazione di un fiume nel Tigullio. A causa della neve crolla il palaghiaccio di Vipiteno

Le forti precipitazioni nella notte hanno causato allagamenti e smottamenti in Campania e in Liguria. Nel levante ligure si è registrata questa mattina la fuoriuscita dagli argini, alla foce, del fiume Entella, a Chiavari (Ge) che è tracimato sommergendo due auto in sosta e senza nessuno a bordo. Proprio nella zona del Tigullio, in particolare a Chiavari, le centraline di Arpal hanno registrato 15.20 mm caduti in un'ora alle 5 del mattino. Le cumulate maggiori invece si sono registrate in località Borzone, nel comune di Borzonasca (Ge), con 104 mm e un picco orario di 18.60 alle 7 del mattino. L'allerta gialla, emanata ieri da Arpal, termina alle 10 sulla zona di Genova fino al promontorio di Portofino, resta invece sino alle 15 per i soli bacini medi e grandi del Levante. In Campania i problemi maggiori si sono registrati ieri, martedì 9 febbraio nell'avellinese. La situazione maggiormente critica si è registrata a Forino, dove le abbondanti precipitazioni hanno causato allagamenti in località Celzi, nel centro abitato. La Protezione civile della Regione Campania ha provveduto a garantire supporto al Comune per consentire l'evacuazione di tre famiglie, attraverso l'uso di gommoni e mezzi speciali: la sala operativa regionale ha attivato i volontari della protezione civile di Avellino che hanno operato con il modulo fluviale. Le persone sono state tratte in salvo ed ospitate per la notte presso una struttura ricettiva locale. Allagamenti si sono registrati a Cervinara, al confine con il comune di Rotondi in zona Cardito dove sono stati al lavoro i tecnici del Genio civile e ad Olevano sul Tusciano a causa della rottura degli argini in una zona di campagna non abitata. Infine stamattina a Vipiteno è crollato il tetto del palaghiaccio. Il cedimento, avvenuto verso le ore 7, con ogni probabilità è stato causato dal peso della neve, che questo inverno sta cadendo abbondantemente, così anche in queste ore. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco per mettere in sicurezza la zona. Fortunatamente l'impianto era chiuso e non si registrano feriti o vittime.​

Red/cb

(Fonte: Regione Campania, Agi, Ansa)