Marzola (TN): sospese le
ricerche del 43enne disperso

Lo hanno cercato fino alle 14 di ieri, sabato 4 febbraio,  25 uomini del CNSAS Trentino, ma le ricerche di GD disperso 43enne non hanno dato alcun esito

Si sono interrotte nel pomeriggio di ieri,  sabato 4 febbraio, alle 14 e riprenderanno quando ci saranno maggiori elementi, le ricerche di G. D., classe 1969, originario di Livo, ma residente a Meano (TN).
"Le ricerche - si legge in una nota del Soccorso Alpinino e Speleologico Trentino - sono iniziate ieri alle 14 da parte del CNSAS del Bondone, condotte dal capo stazione Alessandro Bisesti, assieme ai cani molecolari nei boschi della Marzola (monte in provincia di Trento). A denunciare la scomparsa ai carabinieri sono stati i genitori di G.D.".
"Le ricerche  - prosegue il comunicato - sono partite da dove l'uomo aveva lasciato la propria auto, una Panda bianca, sulla strada che, da passo Cimirlo porta al rifugio Maranza, in località Castelet. La macchina è in quel posto dal 27 gennaio. Il 30 gennaio i forestali hanno avvisato la famiglia che l'auto si trovava là da qualche giorno. Questa mattina sono riprese le ricerche da parte di 25 volontari del Soccorso alpino Paganella Avisio, Bondone e Pergine, quest'ultimi hanno battuto i sentieri del versante della Valsugana. Sono stati battuti tutti gli angoli più impervi della Marzola, dalle ferrate ai sentieri attrezzati fino ai canali e alle creste. Le ricerche si sono interrotte alle 14, in attesa di ulteriori indagini. Al momento si può escludere che G.D. si possa trovare in Marzola. Le operazioni sono state rese più difficili per la presenza di neve e di basse temperature (a mezzogiorno il termometro segnava meno 10,3°)".


red/pc


fonte: CNSAS Trentino