(immagine: DPC)

Microzonazione sismica in
Lucania: venerdì i risultati
del primo anno di studi

Saranno presentati venerdì 28 giugno i risultati della prima annualità di studi di microzonazione sismica condotti su 28 Comuni lucani, quelli considerati a più alta pericolosità in caso di terremoto

Si è conclusa in Basilicata la prima annualità del programma settennale di microzonazione sismica, progetto del Dipartimento nazionale della Protezione Civile cofinanziato dalla Regione.
"Gli studi - spiega una nota regionale - sono stati condotti su 28 Comuni lucani, quelli considerati a più alto livello di pericolosità in caso di terremoto, e i dati saranno presentati nel corso di un incontro pubblico che si terrà venerdì 28 giugno a partire dalle ore 9.30 nella Sala Inguscio della Regione Basilicata.
Parteciperanno, tra gli altri, l'assessore alle Infrastrutture, Opere pubbliche, infrastrutture e mobilità Luca Braia, il direttore generale del Dipartimento Mario Cerverizzo, il presidente dell'Ordine dei Geologi della Basilicata Raffaele Nardone, il presidente dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Potenza Saverio Scavone e il professor Marco Mucciarelli dell'Università degli Studi della Basilicata.

Sarà inoltre illustrato il programma della seconda annualità degli studi di Microzonazione sismica che vedrà coinvolti i territori di altri 39 Comuni lucani sulla base delle priorità attinenti alla presenza del piano di protezione civile comunale e, in subordine, della maggiore accelerazione massima al suolo con l'obiettivo di prevenire e ridurre il rischio sismico.
I centri inclusi nel secondo programma di microzonazione sono: Latronico, Rotonda, Tramutola, Castelsaraceno, Castelgrande, Viggianello, Sarconi, Grumento Nova, Viggiano, Savoia di Lucania, Brienza, Rapone, Calvello, San Severino Lucano, Montemurro, Ruoti, Teana, Atella, Brindisi di Montagna, Trivigno, Barile, Vaglio Basilivata, Castelmezzano, Castronuovo di Sant'Andrea, Pietragalla, Palazzo San Gervasio, Forenza, Oppido Lucano, Acerenza, Castelluccio Inferiore, Castelluccio Superiore, Pescopagano, Moliterno, Marsico Nuovo, Paterno, Balvano, Satriano di Lucania, Sasso di Castalda e Vietri di Potenza".


 

red/pc

 

(fonte: regione Basilicata)