fonte: Mock COP

Crisi climatica, online la Cop26 dei giovani attivisti ambientali

Lo scopo è quello di produrre una dichiarazione finale che poi sarà presentata dai singoli delegati ai politici dei propri paesi in vista della Cop26 di novembre 2021

Centinaia di giovani attivisti ambientali di tutto il mondo si incontrano virtualmente a partire da oggi e fino al 1° dicembre per chiedere una maggiore azione sulla crisi climatica. Dato che i colloqui internazionali sul clima COP26, che si sarebbero dovuti tenere a Glasgow quest'anno, sono stati rimandati a novembre 2021 a causa della pandemia di coronavirus, i giovani hanno deciso di creare un proprio vertice. A differenza del vertice delle Nazioni Unite, COP26, la Mock COP guidata dai giovani non ha sede fisica. Più di 350 giovani attivisti ambientali provenienti da 150 paesi terranno discussioni e ascolteranno una serie di esperti del clima per produrre una dichiarazione finale che sarà poi portata all'attenzione dei singoli paesi di origine dei partecipanti.

Seminari e conferenze sono ospitati virtualmente in più fusi orari, riducendo le emissioni di carbonio di 1.500 volte rispetto ai precedenti eventi COP. I lavori della conferenza si incentreranno su cinque temi: giustizia climatica; formazione scolastica sul clima; salute e salute mentale; lavori verdi; obiettivi di riduzione del carbonio (contributi determinati a livello nazionale).

red/mn

(fonte: Bbc, ANSA)