Potenza: conclusa riunione
CCS su sisma. Autobotti
riforniranno acqua potabile

Dopo il sisma di questa notte, è stato convocato a Potenza il Comitato coordinamento soccorsi (Ccs) mentre il presidente della regione è a Rotonda per incontrare il Capo Dipartimento Gabrielli. Si segnalano interruzioni nell'erogazione di acqua potabile: già predisposto l'invio di autobotti. Nessuna problema alla linea elettrica

Si è appena conclusa in Prefettura a Potenza, la riunione tecnica del Comitato coordinamento soccorsi (Ccs) convocata dal prefetto Antonio Nunziante, per valutare la situazione nei Comuni lucani del Pollino interessati dal movimento sismico di questa notte. Al tavolo erano presenti tutti i rappresentanti degli enti istituzionali tra cui Regione Basilicata, Provincia di Potenza, Ufficio scolastico regionale, Direzione regionale beni culturali e paesaggistici; di tutte le forze dell'ordine e di tutti gli enti di servizio tra cui Acquedotto lucano, Anas, Croce Rossa, 118, Enel e Telecom.

"Tutte le componenti del Comitato - si legge in una nota della Regione  - hanno confermato di aver già attivato i controlli di competenza e le istanze previste dalla pianificazione di emergenza. In particolare Acquedotto lucano, in seguito alla segnalazione di problemi di approvvigionamento di acqua potabile, ha già inviato alcune autobotti per rifornire la popolazione. L'energia elettrica, invece, sospesa per 12 minuti a seguito della scossa dell'1.05, è stata immediatamente ripristinata".

Squadre tecniche di Regione, Provincia, Protezione civile e Vigili del fuoco, sono già sul posto per le attività di controllo e verifica. Nel Comune di Rotonda sono stati allestiti punti informativi per la popolazione. Il presidente della Regione, Vito De Filippo, che al momento si trova a Rotonda in attesa di incontrare il capo del Dipartimento di Protezione civile, Franco Gabrielli, ha assicurato che "la Regione metterà a disposizione delle popolazioni interessate tutto ciò che serve per far fronte alla situazione". I sindaci dei Comuni del Pollino hanno confermato che al momento non risultano danni a cose e persone, tuttavia il livello di attenzione rimane alto in considerazione del fatto che il territorio del Pollino è interessato da uno sciame sismico tuttora attivo.



red/pc


fonte: Regione Puglia