fonte: pixabay

Pronta la task-force antineve della Provincia di Reggio Emilia

129 lame, 62 salatori e 2 frese, oltre a 36  uomini, tra tecnici, sorveglianti ed operai stradali, sono pronti per intervenire sui quasi mille chilometri di strade provinciali

Anche quest’anno la Provincia di Reggio Emilia ha attivato la task-force pronta a scattare per incrementare la sicurezza stradale e fronteggiare al meglio neve e ghiaccio: 129 lame, 62 salatori e 2 frese, oltre a 36  uomini, tra tecnici, sorveglianti ed operai stradali, sono pronti per intervenire sui quasi mille chilometri di strade provinciali. Oltre al Comitato operativo viabilità che fa capo alla Prefettura, è previsto un sistema di coordinamento con la Protezione civile e le forze dell'ordine per il presidio delle strade nei momenti meteorologici più critici al fine di supportare gli automobilisti in difficoltà ed evitare il blocco alla circolazione, mentre attraverso social media e sito della Provincia sarà ancora possibile avere informazioni in tempo reale su meteo e percorribilità strade. Iniziata, infine, la consueta campagna informativa “Pronti per l’inverno” – in collaborazione con Aci e Seta – che attraverso 17.500 opuscoli distribuiti in stazioni di servizio, scuole e altri luoghi pubblici e spot radio-televisi diffonde da una decina d’anni buone pratiche tra gli automobilisti e incentiva l’utilizzo dei mezzi pubblici in caso di nevicate.

La Provincia di Reggio Emilia ha inoltre emesso anche quest’anno un'ordinanza che prescrive, a partire dal 15 novembre e fino al 15 aprile prossimo, l'obbligo essere muniti di pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio o di avere a bordo sistemi antisdrucciolevoli. Rispetto al passato, tale obbligo è stato esteso a tutti i veicoli su alcuni tratti stradali e precisamente:

  • la Sp 513R di Val D'Enza, dalla rotatoria con via di Vittorio in comune di San Polo al centro abitato di Castelnovo Monti;
  • la Sp 103 Teleferica-Selvanizza, dall’incrocio con la Sp 15 a Ponte Enza;
  • la Sp 102 Ramiseto-Lago Calamone, dall’incrocio con la Sp 15 a fine strada;
  • la Sp 99 Case Bagatti-Febbio-Peschiera, dall’incrocio con la Sp 9 (piste Rescadore) fino a Peschiera di Febbio;
  • la Sp 58 Passo Cerreto-Lago, dall’incrocio con la Statale 63 all’inizio del centro abitato di Cerreto Laghi;
  • la Sp 18 Busana-Ligonchio-Passo Pradarena, dall’incrocio con la Sp 91 a Ponte Rossendola fino al Passo Pradarena.
L’obbligo riguarda invece solamente i mezzi pesanti (con massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate) sui seguenti tratti di Strade provinciali:
  • la Sp 37 Albinea-Pratissolo-Chiozza, dal centro abitato di Albinea alla rotatoria di Pratissolo di Scandiano;
  • la Sp 7 Pratissolo-Felina, dalla rotatoria di Pratissolo di Scandiano al centro abitato di Viano;
  • la Sp 486R di Montefiorino, dalla rotatoria in località Tressano di Castellarano fino al ponte sul torrente Dolo;
  • la Variante di Puianello nel tratto tra la rotatoria con la Sp 21 e quella con la Statale 63;
  • la Sp 63 Albinea-Casina, dal centro abitato di Albinea fino all’incrocio per Viano.
Il provvedimento mira a evitare che i mezzi in difficoltà a causa di condizioni avverse possano bloccare la circolazione rendendo anche difficoltoso, se non impossibile, lo svolgimento dei servizi di emergenza, pubblica utilità e sgombero neve. L'obbligo avrà validità anche oltre il periodo previsto, in concomitanza con il verificarsi di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio.

red/mn

(fonte: Provincia di Reggio Emilia)