Rifiuti, Costa su End of Waste: "Vicini a soluzione"

Due mesi fa il mondo imprenditoriale e associativo si era appellato al governo per chiedere di sbloccare le operazioni di riciclo dei rifiuti in Italia

"Siamo vicinissimi a un buon accordo" sull'End of Waste. Così Sergio Costa, ministro dell'Ambiente, a margine di un convegno. Due mesi fa il mondo imprenditoriale e associativo si era appellato al governo per chiedere di sbloccare le operazioni di riciclo dei rifiuti in Italia ferme a causa dell'assenza di una disciplina sull'End of Waste. "Come è noto la raccolta differenziata è una precondizione per gestire in modo virtuoso i rifiuti attraverso il loro corretto conferimento verso impianti preposti al riciclo. Ma non basta. Gli impianti devono essere autorizzati a far cessare la qualifica di rifiuto (End of waste) in modo che dopo il trattamento restituiscano prodotti, materiali e oggetti destinati al mercato", spiegavano i firmatari dell'appello. Ora, Costa spiega che si tratta di "un accordo da arco costituzionale perché era richiesto anche dalla precedente compagine di governo, da chi governava insieme a M5S, quindi anche dall'attuale opposizione". E allora "maggioranza e opposizione saranno sicuramente d'accordo - valuta il ministro - e mi aspetto un voto unanime".  "Se le norme andranno nel DL salva imprese va benissimo. Basta che si finisca il più presto possibile. Dobbiamo fare in fretta".

red/mn

(fonte: Dire)