Roma: scuole chiuse
in attesa della neve

Sulla base delle sfavorevoli previsioni meteo, che annunciano precipitazioni diffuse e persistenti anche a carattere nevoso sulla Capitale, il Sindaco ha decretato la chiusura delle scuole e il Prefetto quella degli uffici pubblici

Tutto pronto per la probabile, possibile, futura nevicata su Roma: comunque, indipendentemente da ciò che Giove Pluvio deciderà di far scendere sulla città eterna, una agguerrita macchina della prevenzione si è messa in moto per scongiurare ogni tipo di strali, specie quelli della polemica.
Il Dipartimento della Protezione civile nazionale, in un comunicato stampa diramato oggi, fa sapere che: "si confermano le previsioni che già nella giornata di ieri indicavano l'arrivo di una nuova fase di maltempo, con prime nevicate da stasera sulle regioni settentrionali in estensione da domani a tutte le restanti regioni della Penisola. È utile evidenziare che sono attese nevicate sulla Capitale, pur tenendo presente che il Comune di Roma comprende zone con altitudine da 0 a 250 metri sul livello del mare, il che significa che ci saranno zone che registreranno significativi accumuli di neve al suolo mentre altre potranno avere valori poco significativi; inoltre, è bene ricordate che i modelli previsionali per questo evento evidenziano un livello di incertezza superiore rispetto a quella della scorsa settimana".

"In particolare, dalla giornata di domani, venerdì 10 febbraio, si prevede su Roma cielo molto nuvoloso o coperto con precipitazioni diffuse e persistenti; i fenomeni assumeranno prevalente carattere nevoso, anche se, durante le ore centrali del giorno, non si escludono tratti di pioggia o pioggia mista a neve; dal pomeriggio si attendono diffuse nevicate, con accumuli al suolo anche di un certo rilievo. Nella giornata di sabato, i fenomeni proseguiranno con prevalente carattere nevoso, dando luogo a nuovi significativi apporti al suolo, per attenuarsi, poi, nel corso del pomeriggio. Temperature in calo, specie nelle ore serali, con rischio di diffuse gelate".

"In considerazione dei possibili disagi - prosegue la nota del Dipartimento - aggravati dal ripetersi a distanza di una settimana di un fenomeno eccezionale per la città, in coordinamento con il Dipartimento della Protezione Civile nazionale, la Regione Lazio e la Provincia di Roma, il Sindaco ha disposto la chiusura delle scuole e il Prefetto quella degli uffici pubblici, a eccezione delle strutture che garantiscono i servizi di emergenza e le strutture funzionali al soccorso pubblico (ivi compresi quelli della Pubblica sicurezza). Gli uffici Giudiziari, compresa la Corte Costituzionale, resteranno chiusi a partire dalle ore 14.00 di domani".

"Tali misure - conclude il comunicato - sono state adottate allo scopo di evitare ripercussioni dal traffico in ingresso su Roma, anche laddove il centro della città non fosse particolarmente colpito".


red/pc

fonte: Dipartimento Protezione civile nazionale