Roscigno Vecchia e il suo unico, curioso, abitante

Roscigno chiuso per frana

Nel Parco Nazionale del Cilento, il piccolo centro di Roscigno rischia l'isolamento: da dicembre il territorio circostante sta franando e ha inghiottito già due strade di accesso su tre

Ne manca solo una, poi gli abitanti di Roscigno, nel salernitano, saranno lontani da tutto e tutti: su tre vie d'accesso al paese, due sono rese inagibili dalle frane e ora c'è il pericolo che anche alla rimanente tocchi la stessa sorte. A dicembre la montagna che circonda Roscigno ha ceduto: abitazioni, strade e campi coltivati sono state invasi dal fango; per alcune famiglie si è resa necessaria l'ordinanza di sgombero, per altre la vita in paese è continuata, tra mille difficoltà.

Nei giorni dell'emergenza uno stanziamento della Protezione civile regionale
ha permesso la messa in opera dei primi interventi, ma la somma ovviamente non basta per continuare con il lavoro di messa in sicurezza.


Viabilità e di collegamenti sono ora ridotti al lumicino: è chiusa la provinciale 342 per Corleto Monforte; chiusa anche la provinciale per Sacco. Il 18 dicembre il Genio Civile ha concluso che lo stato di emergenza resta, nonostante una prima parziale bonifica. L'unica soluzione prospettata è la costruzione di alcune gallerie paramassi: ma anche quest'ultima strada, come le due precedenti, è accidentata e irta di ostacoli.

Gianni Zecca