Fonte Pixabay

Sardegna, attentato incendiario contro corpo forestale

L'atto intimidatorio, di chiara natura dolosa, è avvenuto nella notte a Sant'Antioco, in provincia di Cagliari

Due fuoristrada e un'imbarcazione del corpo forestale della Regione Sardegna a Sant'Antiaco (CA) sono stati dati alle fiamme nella notte di mercoledì 20 gennaio. L'atto intimidatorio, secondo una prima ricostruzione effettuata dai carabinieri della Compagnia di Carbonia che si stanno occupando del caso, è stato messo a segno intorno all'una di questa notte. Qualcuno ha lanciato o versato sui mezzi del liquido infiammabile e poi ha appiccato il rogo. Le fiamme sono velocemente divampate. Il personale del Corpo forestale ha iniziato a spegnere il'incendio, poi sul posto sono arrivate le squadre dei vigili del fuoco e i carabinieri. Nel giro di un'ora le fiamme sono state domate. Sono stati trovati chiari segni dell'attentato e anche alcuni inneschi, tra i quali un accendino. "Un atto gravissimo commesso contro chi ogni giorno è impegnato in prima linea per difendere il patrimonio ambientale della Sardegna, a tutela di tutte le nostre comunità". Così il presidente della Regione Christian Solinas. "Non sarà certo questa nuova azione vile e violenta - sottolinea il presidente Solinas - a fermare il lavoro incessante a presidio del territorio delle donne e degli uomini del Corpo forestale, ai quali va la piena solidarietà mia e della Giunta, con l'auspicio che i responsabili di questi atti criminali siano al più presto individuati e assicurati alla giustizia". "Un gesto vigliacco nei confronti di una realtà che opera al servizio della comunità sarda. Solidarietà incondizionata all'intero Corpo forestale, che ha sempre dimostrato dedizione e altissima professionalità nello svolgimento dei propri compiti a tutela del nostro patrimonio naturale", aggiunge l'assessore della Difesa dell'Ambiente, Gianni Lampis.

Red/cb

(Fonte: Ansa)