Montagne piemontesi

Sicurezza in montagna: siglato accordo tra ARPA Piemonte e Corpo Forestale

La particolare conformazione della regione necessita di un monitoraggio costante dei rischi connessi alla neve e alle valanghe, anche in un'ottica di sviluppo turistico del territorio

Accrescere le condizioni di sicurezza in montagna in virtù delle reciproche esperienze, competenze e risorse impegnate, e per fare sistema a livello territoriale. E' questo l'obiettivo del protocollo d'intesa che sancisce la collaborazione tra l'Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente del Piemonte (ARPA) e il Corpo forestale dello Stato - Servizio Meteomont nel settore neve e valanghe.

Arpa Piemonte e Corpo forestale dello Stato coopereranno mediante azioni sinergiche nel settore del rischio neve e valanghe ai fini di protezione civile, grazie ad attività di formazione ed aggiornamento, di segnalazione delle valanghe, di monitoraggio delle condizioni meteonivologiche e di stabilità del manto nevoso nelle aree montane del Piemonte.

Questa regione è infatti la più montuosa d'Italia in termini assoluti e, solo nell'ultima stagione, ci sono state ben quattro vittime della montagna. Secondo i firmatari del Protocollo d'intesa l'estensione, le caratteristiche e l'altitudine media delle montagne piemontesi impongono un monitoraggio attento dei rischi connessi alla neve e alle valanghe, e lo sviluppo di servizi dedicati per un adeguato sviluppo turistico dei numerosi comprensori, anche per quanto riguarda la sicurezza.

Red/la