(Fonte foto: Cnsas)

Soccorso Alpino, interventi in Veneto e Friuli Venezia Giulia

Molti interventi nella giornata di oggi tra le montagne del Veneto e del Friuli Venezia Giulia

In Veneto, questa mattina alle 8 la Centrale del Suem è stata allertata per un alpinista austriaco, volato per una trentina di metri da una via sulla Piccola delle Tre Cime di Lavaredo. L'uomo, di 64 anni, è stato recuperato a seguito dei possibili traumi riportati dall'elicottero dell'Aiut Alpin Dolomites e trasportato all'ospedale di Bolzano. Attorno alle 11 due soccorriori che si trovavano casualmente in Faloria hanno assistito un escursionista di 74 anni colto da malore e sono scesi con lui in funivia fino all'ambulanza, che lo ha accompagnato in ospedale per gli accertamenti del caso. Alle 12.20 circa una squadra del Soccorso alpino di Cortina, della Guardia di finanza e dei Carabinieri è stata inviata sulle trincee del Museo della Grande Guerra sulle Cinque Torri, dove un'escursionista di Ronco Briantino (MB), aveva riportato un probabile trauma al ginocchio. I soccorritori hanno prestato le prime cure a E.B., 55 anni, la hanno imbarellata, trasportata al fuoristrada e da lì al Codivilla. 

L'intervento del Friuli Venezia Giulia riguarda invece due persone, un uomo e una donna, che stavano facendo una camminata lungo il sentiero Cai numero 982 che da Campone conduce alla sorgente del Torrente Chiarzò vicino a Tramonti di Sotto (PN), quando lui è caduto. La persona che era con lui, una donna residente a Campone del 1959, per fermarne la scivolata è a sua volta caduta per circa tre metri assieme a lui fino al torrente. Ad avere la peggio è stata la donna che ha una sospetta frattura al femore, mentre l'uomo è riuscito a rialzarsi seppur con una gamba gonfia e andare a cercare aiuto. L'uomo ha poi deciso di chiamare il Nue112 e la Sores ha allertato alle 12.30 circa la stazione di Maniago del Soccorso alpino e l'elisoccorso regionale. Le squadre di terra sono arrivate sul posto a piedi in venti minuti di cammino con tre tecnici a supporto dell'elisoccorso. L'equipe tecnico sanitaria è stata calatadal velivolo sul posto con una verricellata e ha stabilizzato e imbarellato la donna mentre gli altri soccorritori hanno accompagnato a valle il suo compagno di escursione.

red/gp

(Fonte: Cnsas)