frana di Capriglio_Tizzano val di Parma

Tizzano (PR): la frana acquista
velocità. Viabilità a rischio

Preoccupazione nel parmense dove la grande frana di Capriglio, nel comune di Tizzano, ha ripreso velocità e minaccia di nuovo il ponte di Antria e la viabilità sulla strada provinciale Massese

Ha preso velocità la frana di Capriglio, frazione del Comune di Tizzano Val di Parma,e sta cambiando struttura: ora si trattadi due fronti di 40-50 metri rispetto ai giorni precedenti, con un'altezza che va dai 7 ai 18 metri di altezza.
"La colata di fango - fanno sapere dalla Provincia di Parma - scivola a ritmo irregolare e mentre nei giorni scorsi si registrava uno spostamento giornaliero di 10-15 metri, ora la frana ha ripreso ad andare più veloce verso il ponte di Antria sul rio Bardea. La strada a rischio è di nuovo la Massese già interrotta a Boschetto e con diversi punti critici nel tratto interessato dagli smottamenti".

Per via di questa ulteriore preoccupante criticità, ieri mattina, domenica 5 maggio, l'assessore provinciale alla viabilità, Andrea Fellini, il dirigente del servizio infratrutture e viabilità Gabriele Alifraco, i tecnici del servizi provinciali Protezione Civile e Viabilità e i geologi del Coordinamento volontari di Protezione Civile hanno efffettuato un sopralluogo nella zona della frana.

"Il fronte ora dista dal ponte di Antria circa 150 metri, per questo abbiamo deciso di intervenire subito, per prevenire eventuali problemi di stabilità del ponte su una rete viaria già fortemente in sofferenza - ha spiegato l'ass. Fellini - Domani (oggi per chi legge, ndr) il personale del Servizio provinciale Viabilità con mezzi per la movimentazione terra lavorerà per aprire un canale a circa duecento metri dal ponte per togliere acqua dal fronte di frana, mentre una parte di acqua sta già defluendo nei campi ma non è un drenaggio sufficiente. Verrà effettuato anche il taglio piante in prossimità del ponte per favorire il deflusso del materiale franoso e posizionati dei picchetti per controllare gli ultimi cento metri di fronte della frana".

In arrivo sul posto anche un'altra torre faro per illuminare a giorno la frana e poter effettuare il monitoraggio.


red/pc

(fonte: provincia Parma)