Le ciminiere di Priolo

Ultimo giorno di esercitazione per
le associazioni di Priolo (SR)

La tre giorni dedicata alla prevenzione di eventuali rischi sismici, industriali e alla ricerca di persone scomparse

Si conclude oggi la tre giorni di esercitazione organizzata della Protezione Civile a Priolo partita lo scorso venerdì. Lo straordinario dispiegamento di forze, che prevede anche la partecipazione della Misericordia, degli Scout di Priolo Gargallo e dei Vigili del Fuoco, è proiettata alla prevenzione di eventuali rischi sismici, industriali e alla ricerca di persone scomparse. Nel tentativo di non creare allarmismi e preoccupazioni, da giorni, l'intera cittadinanza priolese è stata ampiamente informata circa l'attività di simulazione intrapresa dai volontari della Protezione Civile.

All'apertura ufficiale dell'esercitazione, avvenuta presso il centro operativo, sito in seno alla piazza "Melvin Jones", appena inaugurata, sono intervenuti il sindaco di Priolo Gargallo, Antonello Rizza, il vice sindaco, Giovanni Parisi, il responsabile della Protezione Civile di Priolo, Giovanni Attard, il dirigente della V Area della Prefettura, relativa alla Protezione Civile, Difesa Civile e Coordinamento del Soccorso Pubblico, Giuseppe Sindona, il dirigente del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco, Salvatore Tafaro, ed esponenti delle autorità civili e militari.

Il sindaco, Antonello Rizza, prima di avviare l'operazione di simulazione, ha elogiato la Protezione Civile, fiore all'occhiello del Comune di Priolo Gargallo. "Non permetteremo mai a nessuno - ha detto il sindaco Rizza - di criticare la Protezione Civile di Priolo, straordinaria per il semplice fatto che opera in maniera gratuita, perché crede in una società migliore e cerca di farci stare più tranquilli. Difenderemo con le unghie e con i denti l'operato di Gianni Attard e del suo gruppo, impegnato a presidiare il territorio a qualsiasi orario, spesso in condizioni climatiche difficili e drammatiche, in cui vanno prese decisioni importanti in pochi minuti. Fin da quando l'amministrazione si è insediata, abbiamo destinato buona parte delle risorse comunali per la Protezione Civile, che ora vanta il maggior numero di mezzi dell'intera Provincia; abbiamo un corpo di volontari destinato alla Marina di Priolo, munito di motoscafo; abbiamo anche l'ospedale da campo; abbiamo completato l'intero anello relativo alle aree di fuga, migliorandolo in termini di sottoservizi. La prossima battaglia sarà, invece, volta ad ottenere anche l'eliporto. Un'amministrazione che ha a cuore la propria cittadinanza, deve infatti garantire che la Protezione Civile lavori al meglio delle sue possibilità. Credo che il paese meriti anche le 28 unità di Vigili del Fuoco che avremo distaccate a Priolo, le quali ci faranno stare più tranquilli in un'area che sicuramente non è pacifica".

L'assessore alla Protezione Civile, Giovanni Parisi ha poi ricordato ultimi traguardi raggiunti dall'amministrazione, fondamentali per la protezione cittadina. "La tenda medica della Protezione Civile di Priolo Gargallo, l'unica in Provincia di Siracusa, era uno degli obiettivi che Antonello Rizza ha voluto raggiungere a tutti i costi. Inoltre, entro la fine dell'anno, contiamo di avere a Priolo la sede distaccata permanente dei Vigili del Fuoco. Il Comune lavora da tempo per reperire un immobile idoneo al dipartimento; ciò dimostra l'interesse che l'amministrazione ripone sulla protezione civile della popolazione. E' bello anche vedere tanti giovani che si avvicinano in maniera spontanea alla Protezione Civile, motivo che ci riempie di orgoglio e che ci fa ben sperare".

L'intera esercitazione si è potuta concretizzare anche grazie al prezioso coordinamento generale della Prefettura. "La Prefettura - ha detto il dott. Giuseppe Sindona - doveva doverosamente essere presente all'esercitazione di Protezione Civile, per testimoniare la vicinanza e l'affetto che riponiamo nei confronti delle associazioni di volontariato che, con il loro entusiasmo, la loro generosità ed il loro spirito di sacrifico, costituiscono la colonna portante del sistema della protezione civile. Desidero esprimere un plauso all'amministrazione comunale di Priolo Gargallo, per aver organizzato un'esercitazione così imponente. Questo dimost a quanto è alta, in questa zona così delicata del territorio siracusano, la cultura della protezione civile".

(redazione / fonte siracusanews.it)