Vaccino per il coronavirus: una prima buona notizia dagli Usa

L'azienda farmaceutica Moderna ha rilevato che nella 'fase 1' dei test clinici 8 volontari che hanno ricevuto le prime dosi hanno sviluppato anticorpi

La società statunitense di biotecnologia Moderna ha annunciato che i primi risultati della sua sperimentazione sul potenziale vaccino per il coronavirus sono stati "positivi". La 'fase 1' dei test clinici ha mostrato che otto persone che si sono sottoposte alla sperimentazione hanno sviluppato anticorpi in modo del tutto simile ai pazienti di Covid-19 che sono guariti, ovviamente senza ammalarsi. Nella Fase 1, il vaccino è stato somministrato con due dosi a 45 persone suddivise in tre gruppi, e Moderna ha fornito indicazioni su otto di loro. La Food and Drug Administration (FDA) ha già approvato una fase 2 per il vaccino e Moderna ha già fatto domanda per la serie di test successivi, la fase 3. Per chiarezza, nella fase 1 si sperimenta il principio attivo sull’uomo per valutare la sicurezza e tollerabilità del medicinale. Se questa viene dimostrata si passa alla fase 2 che serve per indagare l’attività terapeutica del potenziale farmaco, cioè la sua capacità di produrre sull’organismo umano gli effetti curativi desiderati. Questa fase serve inoltre a comprendere quale sarà la dose migliore da sperimentare nelle fasi successive, e determinare l’effetto del farmaco in relazione ad alcuni parametri (come, ad esempio, la pressione sanguigna) considerati indicatori della salute del paziente. La fase 3, infine, prevede la somministrazione del farmaco a un campione più grande di pazienti, per verificare la sua efficacia sui sintomi, sulla qualità della vita o sulla sopravvivenza.
   
Il potenziale vaccino, dunque, avrebbe finora dimostrato di essere "sicuro e ben tollerato", non presentando gravi effetti collaterali. Moderna, che lavora con l'Istituto nazionale delle allergie delle malattie infettive guidato dal virologo Anthony Fauci, avvierà ora la 'fase 2' della sperimentazione e spera di partire con la 'fase 3' nel mese di luglio.

red/mn

(fonte: Ansa)