(foto: CNSAS Veneto)

Veneto: bloccata sul Monte Baldo, recuperata dal CNSAS

Dopo essere rimasta bloccata sul Monte Baldo una donna ha lanciato l'allarme ed è stata recuperata dal Soccorso Alpino Veneto

Partita per un'escursione con il suo cane, una donna di 32 anni è rimasta bloccata in un punto molto ripido sul Monte Baldo, nel veronese. La chiamata al 118 per il soccorso è scattata dopo che la donna, nel tentativo di scendere, è scivolata e, impaurita, ha deciso di fermarsi e allertare i soccorsi.

Il 118 successivamente ha allertato la Stazione del Soccorso alpino di Verona. I soccorritori hanno quindi fatto attivare l'individuazione del luogo tramite GeoResQ, l'applicazione per localizzare persone che si perdono. Chi è infatti provvisto di uno smartphone, e si trova in un luogo con copertura telefonica sufficiente, è in grado di ricevere un messaggio con un link, spedito dalla centrale e può così, in pochi minuti, inviare le proprie coordinate precise.

Una volta ottenuto il punto, in Val Marza, una squadra è partita per rintracciarla, preceduta da un soccorritore della Stazione di Ala, che vive a Malcesine (VR) e collabora spesso con Verona. In otto hanno visto e raggiunto la ragazza. Valutato però il rientro rischioso per la probabile caduta di sassi, l'escursionista è stata recuperata dall'elicottero di Verona emergenza con un verricello e trasportata alla piazzola della Protezione civile di Malcesine, mentre i soccorritori sono rientrati a piedi portando a valle il suo cane.


Redazione/sm

(fonte: CNSAS Veneto)