Giappone, tifone Talas:
almeno 90 tra morti e dispersi

Dopo il terremoto e lo tsunami, in questi giorni il Giappone è stato colpito dal passaggio del tifone Talas, il più distruttivo da quello che nel 2004 causò quasi 100 vittime

Non c'è tregua per il Giappone: in questi giorni la parte occidentale del Paese deve infatti vedersela con il tifone Talas e le piogge torrenziali che stanno facendo esondare i fiumi, provocando inondazioni, frane e smottamenti, che a loro volta hanno distrutto case, ponti e strade. Tragico anche il bilancio delle vittime: sarebbero infatti almeno 40 i morti e una cinquantina i dispersi.

La polizia e i Vigili del fuoco continuano ininterrottamente a cercare i dispersi nelle prefetture di Nara e Wakayama, mentre le autorità si occupano di distribuire cibo e acqua alle persone bloccate; proprio nella prefettura di Wakayama, più di 3500 persone sono rimaste isolate a causa di smottamenti e crolli.

Il tifone Talas ha colpito inizialmente le isole di Shikoku e di Honshu, e ora sta procedendo verso il Mar del Giappone, in direzione nord-ovest, ad una velocità media di 15 chilometri orari, con raffiche di vento che raggiungono anche i 100 chilometri all'ora. Si tratta del tifone più distruttivo da quello che nell'ottobre del 2004 fece 98 vittime.



Redazione