fonte foto: NC Emergency Managem

Harvey, almeno 38 le vittime. È disastro naturale più costoso della storia USA

Secondo gli esperti i danni causati da Harvey ammonteranno a circa 160 miliardi di dollari, l'equivalente di Katrina e Sandy messi assieme

Sono almeno 38 le vittime causate dall'uragano Harvey in Texas. La città più colpita Houston, dove interi quartieri sono totalmente sommersi dalle acque. Proprio qui è stato proclamato il coprifuoco dalla mezzanotte alle cinque per garantire la sicurezza della popolazione ed evitare atti di sciacallaggio. A Houston, dove ora è tornato il sereno, sono state salvate oltre 9000 persone con una gigantesca operazione di soccorso ancora in corso. Molti i dispersi, tra loro anche due soccorritori. Gli sfollati sono almeno 30mila.

Secondo gli esperti i danni causati da Harvey ammonteranno a circa 160 miliardi di dollari, l'equivalente di Katrina e Sandy messi assieme. Joel Myers, presidente della società di previsioni meteo 'AccuWeather', ha detto che i danni causati rappresentano lo 0,08% del pil Usa (19mila miliardi). "Questo è solo l'inizio del disastro - ha detto -. Parti di Houston saranno inabitabili per settimane e forse mesi".

Due esplosioni, intanto, hanno colpito l'impianto chimico della Arkema nella cittadina di Crosby, vicino a Houston: sostanze chimiche sono fuoriuscite dall'impianto, ma la Arkema ha assicurato che le sostanze non sono tossiche. C'è un allarme anche per i pericoli di inquinamento causati dalle sostanze fuoriuscite dalle raffinerie gestite da Exxon, Shell e altre compagnie petrolifere, danneggiate dalle piogge torrenziali. Alcune di queste sostanze, come il benzene, sono classificate come cancerogene. Inoltre, la chiusura degli impianti texani, che rappresentano circa un quarto della capacità di raffinazione Usa, sta creando un serio danno economico.

Harvey, ieri, ha colpito anche la Lousiana, quando era già stato declassato a tempesta tropicale facendo cadere una grande quantità di pioggia. Oggi, ulteriormente indebolito e declassato a depressione tropicale, si è spostato verso l'Arkansas, il Tennessee e parti del Missouri. Ci sono rischi di nuove inondazioni, ma meno catastrofiche di quelle che hanno messo in ginocchio Houston.

red/mn

(fonte: Ansa, National Weather Service, foto: National Guard)