fonte foto: National Hurricane Center

Texas, evacuate decine di migliaia di persone per l'arrivo dell'uragano Harvey

L'ultimo uragano di tale potenza a colpire gli Usa fu l'uragano Wilma nell'ottobre 2005 in Florida

Decine di migliaia di persone sono state evacuate, le raffinerie di petrolio bloccate e 700 membri della Guardia Nazionale sono stati allertati per l'arrivo dell'uragano Harvey, che si prevede sarà il più potente a colpire gli Usa dal 2005. Diverse contee lungo la costa del Golfo, tra cui la contea di Nueces, la contea di Calhoun e la contea di Brazoria, hanno ordinato evacuazioni obbligatorie, le scuole sono state chiuse.

Il governatore del Texas, Greg Abbott, oltre ad allertare la Guardia Nazionale, ha posizionato gli elicotteri militari a Austin e San Antonio pronti per effettuare eventuali ricerche, salvataggi ed evacuazioni di emergenza. Harvey, che dovrebbe arrivare questa sera a terra, sarebbe il primo uragano a colpire la costa del Texas dopo l'uragano Ike nel 2008. Una volta arrivato, Harvey dovrebbe scaricare abbondanti quantità di pioggia per almeno tre-quattro giorni nell'area di Houston, la quarta città più popolosa della nazione, e di San Antonio.

Il National Hurricane Center degli Stati Uniti ha indicato che la tempesta tropicale Harvey è diventata un uragano e prevede che la sua intensità crescerà fino a raggiungere una delle categorie massime quando toccherà la costa del Texas.
L'ultimo di tale potenza a colpire gli Usa fu l'uragano Wilma nell'ottobre 2005 in Florida. L'allerta è tale che il presidente Usa, Donald Trump, è intervenuto su Twitter, ricordando agli americani "di essere previdenti".

red/mn

(fonte: Guardian)