(fonte: video prociv Monzuno)

"Ci sentiamo...protetti": la Prociv di Monzuno lancia un crowdfunding

I Volontari della Protezione Civile di Monzuno (BO) si appellano ai cittadini: "per garantire una risposta efficace e veloce alle emergenze, occorrono un impianto radio e un ripetitore. Vi va di darci una mano?"

“Ti ricordi cosa è successo nel 2015 e nel 2017 in occasione di straordinarie nevicate che hanno compromesso per giorni in sistema elettrico lasciandoci al freddo e interrompendo le comunicazioni telefoniche? Dobbiamo evitare che si ripresenti un simile problema, ma come fare?"

E’ il quesito che l’Associazione Volontari Protezione Civile di Monzuno ha posto ai propri cittadini ricordando loro i notevoli disagi vissuti in passato, quando particolari condizioni meteo avevano interrotto le comunicazioni, comprese quelle di emergenza, e il black out elettrico aveva compromesso quasi totalmente la possibilità di comunicare fra squadre d’intervento.
L’Associazione però ha pronta anche la risposta a questo quesito, una soluzione da proporre ai cittadini, che sta nel progetto “CI SENTIAMO... PROTETTI”.

Il progetto
Grazie al progetto “Ci sentiamo…protetti” l’Associazione intende dotarsi di un impianto radio che abbia un ripetitore da installare sulla cima del Monte Venere (piccolo massiccio del medio-alto Appennino bolognese, nel comune di Monzuno), dal quale tutte le ricetrasmittenti possano collegarsi per comunicare tra loro e avere un costante collegamento con i sistemi radio delle altre associazioni e della Protezione civile.
L'impianto inoltre dovrà essere dotato dei dispositivi necessari ad avere un'autonomia di almeno tre giorni anche in situazione di black-out e assicurare una integrale copertura del territorio. Il sistema comprende anche una dozzina di apparecchi radio a disposizione dell’ Associazione.
Il Comune di Monzuno acquisterebbe, a proprie spese, radio compatibili con il sistema, per garantire anche la dotazione del Centro Operativo Comunale, luogo deputato al coordinamento degli interventi in caso di emergenze di protezione civile.
Completerà il progetto un corso di formazione sull'utilizzo delle radio. L’obiettivo è quello di rendere pienamente funzionante e disponibile l'impianto entro il 30 novembre prossimo.



I costi
Il costo dell’intero progetto, fra materiali e installazione, ammonta a circa 5.500 euro, di cui 4.500 per il ripetitore e 1.000 per i dispostivi mobili e veicolari.
Ma l’Associazione non dispone di questa cifra, quindi ha lanciato un appello ai cittadini e a chiunque voglia contribuire, organizzando un crowdfunding dedicato tramite la piattaforma Ginger.

La raccolta fondi
“Pensi che investire nella tua sicurezza e in quella dei tuoi familiari sia un'azione necessaria oltre che meritevole? Se la risposta è sì, fai una donazione e passa parola!!”.
Con queste parole l’Associazione prociv di Monzuno chiede il sostegno economico di tutti i cittadini, un piccolo contributo per arrivare a un importante risultato per tutta la comunità.
Ogni centesimo speso, specificano i volontari, verrà rendicontato e ogni donazione potrà essere detratta in sede di dichiarazione dei redditi.
Attenzione però: se il progetto non raggiungerà il budget prefissato, tutti i contributi verranno restituiti ai donatori.
La raccolta scade il 29 agosto 2022: ad oggi, 2 agosto, a 27 giorni dalla scadenza, sono stati raccolti € 2.775 su € 5.500 (50 % obiettivo raggiunto) grazie a 105 sostenitori.

“Nei dieci anni in cui ho fatto il sindaco a Monzuno – dichiara il primo cittadino Bruno Pasquini -  ho potuto apprezzare quanto importante sia l’aiuto dei volontari della protezione civile; io ho donato per aiutarli, aiutali anche tu!"
E simile invito arriva anche dall’ex sindaco Marco Mastacchi.

Una donazione, un "regalo"
Si possono donare da 5 euro a quanto si vuole: per donazioni dai 10 euro in su si riceveranno o un ringraziamento personalizzato da parte del presidente dell’Associazione, o un adesivo con lo stemma dell'Associazione, o il proprio nome inserito su una targa che verrà installata sul Monte Venere nei pressi del ripetitore, o una menzione e foto col sindaco in occasione della manifestazione "Io non rischio" a ottobre 2022, fino a una targa personalizzata di ringraziamento.

Decisamente un grande spirito di iniziativa unito da un’altrettanto grande voglia di realizzare questo importante progetto! In bocca al lupo all'Associazione volontari protezione civile di Monzuno per la buona riuscita dell’impresa!

patrizia calzolari


Link per donare: https://www.ideaginger.it/progetti/ci-sentiamo-protetti.html

Qui il simpatico video che racconta il progetto: