Inaugurato il nuovo anno di protezione civile Coreir

L'evento si è svolto il primo febbraio in un'atmosfera conviviale

Si è svolta il primo febbraio 2020 nella cornice di Castelgandolfo, Roma, l’evento d’inaugurazione del nuovo anno di protezione civile COREIR (Corpo Regionale di Intervento Rapido del Lazio). Alla manifestazione hanno preso parte 400 rappresentati delle organizzazioni aderenti che si sono riuniti in un clima conviviale affrontando con le istituzioni presenti le tematiche di gestione del sistema e le strategie future di sviluppo condivise con l’Agenzia Regionale.

Il presidente Giorgi Massimiliano sottolinea l’importante obiettivo traguardato : “Siamo il primo Coordinamento della Regione Lazio, è ciò è stato possibile grazie al lavoro ed all’impegno dimostrato da tutti” continua chiedendo maggiore attenzione delle istituzioni e l’impegno ad un allentamento della morsa burocratica che affligge le organizzazioni. Il Direttore dell’Agenzia Carmelo Tulumello ha ricordato il duro lavoro che tutti i volontari svolgono quotidianamente e rappresenta le novità introdotte dal Nuovo Regolamento Regionale.

L’Assessore della Giunta Massimiliano Valeriani ricorda l’attenzione dell’amministrazione regionale verso il mondo del volontariato, che con la legge regionale 2/2014 ha cambiato il modo di gestire la protezione civile ponendo al centro la trasparenza e la valorizzazione delle associazioni. Un sentito grazie a tutti i partecipanti e quanti hanno contribuito al successo dell’evento.

Testo e foto: Protezione Civile Coreir

ilgiornaledellaprotezionecivile.it dedica la sezione "ASSOCIAZIONI" alle associazioni o singoli volontari che desiderino far conoscere le proprie attività. I resoconti/comunicati stampa/racconti pubblicati in questa sezione pervengono alla Redazione direttamente dalle Associazioni o dai singoli volontari e vengono pertanto pubblicati con l'indicazione del nome di chi ha inviato lo scritto, che se ne assume la piena responsabilità sia per quanto riguarda i testi sia per le immagini/foto inviate