fonte: Protezione Civile Gruppo Lucano

Maire Tecnimont dona alla Protezione Civile Gruppo Lucano attrezzature da campo

Al Gruppo Lucano sono state offerte diverse centinaia di attrezzature (tra cui letti, materassi, complementi d’arredo ed elettrodomestici) che rafforzeranno le dotazioni strumentali utili alle popolazioni colpite in caso di calamità naturali

È stato un anno tutto, o quasi, volto al rafforzamento delle relazioni in un’ottica resiliente, quello del Gruppo Lucano. Tra progetti condivisi a livello internazionale con l’occhio sempre rivolto alle ricadute territoriali, la Protezione Civile ha sviluppato una serie di strategie tese al miglioramento della rete di collaborazioni che hanno il fine ultimo di rendere le nostre piccole comunità capaci di rispondere più efficacemente in caso di malaugurato disastro.

Il ruolo di capofila che il Gruppo Lucano si è ormai ritagliato nell’ambito del Programma delle Città Resilienti detta la linea dei volontari della protezione civile, che non perdono occasioni per rinnovare il proprio impegno sotto gli emblemi del sistema nazionale e di quello della Agenzia ONU che da anni ha scelto di sposare l’esempio lucano come virtuosismo da coltivare.

In questa ottica sono state sviluppate nuove collaborazioni, promosse dall’UNISDR, che hanno visto convergere le attenzioni anche di moltissimi soggetti privati, oltre che pubblici. Tra le collaborazioni più significative, vi è quella sviluppata con Tecnimont, società del Gruppo Maire Tecnimont, che riconoscendo il valido ruolo dell’organizzazione portabandiera dell’esperienza lucana nel campo del soccorso, ha voluto dare un forte segnale di disponibilità donando una notevole quantità di attrezzature campali, quali letti e materassi, da impegnare nelle strategie finalizzate alla prevenzione del disagio derivante dai rischi.

A Guardia Perticara, in provincia di Potenza, nei giorni scorsi, presso il campo maestranze della Tecnimont, chiuso dall’inizio di dicembre e utilizzato dal personale impegnato sul cantiere del Centro Olio di Tempa Rossa, gestito dalla Total, ed ormai in fase di completamento, si è tenuta una cerimonia con cui la Tecnimont ha donato una notevole quantità di beni utili all’allestimento di servizi in assistenza a popolazioni in difficoltà. Alla presenza dei Responsabili delegati dalla Società, vanto della tradizione industriale ingegneristica italiana, il Gruppo Lucano ha potuto ritirare diverse centinaia di attrezzature (tra cui letti, materassi, complementi d’arredo ed elettrodomestici) che rafforzeranno le dotazioni strumentali della logistica campale gravitante nel sistema della colonna mobile di soccorso. Con questa generosa offerta si è dunque saldata una collaborazione che si spera di rinnovare anche in altri contesti e con la stessa Tecnimont, che possa portare alla costruzione di sodalizi sempre più interessanti sul piano delle strategie che rafforzano i programmi sulla sicurezza delle popolazioni locali.

La cerimonia ha rappresentato anche un’occasione per approfondire la conoscenza tra due realtà apparentemente distanti tra loro per origini e mission, permettendo contestualmente di individuare punti di convergenza per collaborazioni future.

Il moderno concetto di resilienza passa dunque, attraverso la creazione di relazioni e la costruzione di una rete di rapporti che non possono prescindere da atti di generosità. Se da un lato i cittadini inquadrati nel volontariato hanno gioco facile nel mostrarsi pro attivi nei confronti della società di cui sono componente fondamentale, il sostegno mostrato da grandi realtà industriali come Maire Tecnimont in questo caso, a cui va tutto il ringraziamento dei volontari, diventa un fattore rassicurante e imprescindibile per costruire quel senso di comunità ed appartenenza ad un sistema Italia a cui tutti sentono la necessità di appartenere.

testo ricevuto da: Giuseppe Priore, Presidente Protezione Civile Gruppo Lucano

Ilgiornaledellaprotezionecivile.it dedica la sezione "ASSOCIAZIONI" alle associazioni o singoli volontari che desiderino far conoscere le proprie attività. I resoconti/comunicati stampa/racconti pubblicati in questa sezione pervengono alla Redazione direttamente dalle Associazioni o dai singoli volontari e vengono pertanto pubblicati con l'indicazione del nome di chi ha inviato lo scritto, che se ne assume la piena responsabilità sia per quanto riguarda i testi sia per le immagini/foto inviate