Parte Ischia Clean Blitz, imponente operazione per la tutela dei fondali

Si svolgerà dal 22 al 27 ottobre, con tutti i comuni ischitani che hanno fatto sistema per la tutela del territorio

Per la più imponente operazione di tutela dei fondali marini che sia stata realizzata in Italia, i sindaci di Ischia dal 22 al 27 ottobre faranno sistema: adesioni collettive a Ischia Clean Blitz – un progetto che, per la sua tipologia, è davvero innovativo in Europa.

Saranno in azione ben 7 Operatori Tecnico Subacquei, affiancati da più di 10 sub per fare video e foto. Ben 12 , invece, i punti di immersione, con l’impiego di 4 gruppi di sub specializzati. In campo anche i mezzi dell’Area Marina Protetta “Regno di Nettuno”, le motovedette della Guardia Costiera e il nucleo subacquei dell’Arma dei Carabinieri, ma anche barche da pesca e pescherecci - con i privati a difesa del loro mare. “Si mettono a sistema tutti i Comuni di Ischia per la salvaguardia dei fondali marini con il coordinamento di un’Area Marina Protetta, in questo caso quella del ‘Regno di Nettuno’. Un’operazione senza precedenti che vedrà anche la collaborazione di pescatori e volontari” – lo ha annunciato Antonino Miccio, Direttore dell’Area Marina Protetta ( AMP) “Regno di Nettuno”.

“Puntiamo alla protezione dell’ecosistema marino, sempre più minacciato dalla presenza di rifiuti che giacciono sia sui fondali che in superficie. I rifiuti galleggianti rinvenuti ogni anno sono numerosi e di vario tipo, soprattutto in una zona urbanizzata come l’AMP del Regno di Nettuno – ha dichiarato Miccio – con i sui flussi turistici considerevoli, dove numerosissime sono le imbarcazioni da diporto che transitano durante il periodo estivo”.

Le operazioni saranno effettuate con il supporto dell’AMP e della Capitaneria di Porto e, grazie alla disponibilità del Comune di Ischia il materiale recuperato sarà opportunamente trasportato presso il porto al fine di garantirne il corretto ritiro da parte del gestore del servizio di igiene urbana, la IschiAmbiente, per lo smaltimento a norma di legge. La popolazione sarà parte attiva segnalando tutte le situazioni sul portale di Citizen Science dell’Area Marina nelle sezioni dedicate: “Plastiche, Marine Litter e Rifiuti Ingombranti” e “Ambiente e Legalità”.

red/gp

(Fonte: Comune di Ischia)