ProCiv, Positano 2012:
a gennaio l'esercitazione

La popolazione non sarà coinvolta nell'esercitazione, che come unico scopo ha quello di testare la macchina dei soccorsi e interesserà solo i posti di comando

Il 26 gennaio 2012, a Positano, si svolgerà l'esercitazione per i posti di comando "Positano 2012", organizzata dall'Amministrazione Comunale di Positano in collaborazione con il Servizio di Protezione Civile Comunale. Positano ha una consolidata realtà di Protezione Civile, che da anni viene portata avanti grazie all'impegno dei volontari e dell'Amministrazione. In particolare, quella che si svolgerà a gennaio è la prima esercitazione di questo tipo in Costiera Amalfitana, ed è la diretta conseguenza delle attività di emergency preparedness messe in campo in questi anni dal Servizio di Protezione Civile e dall'Amministrazione Comunale di Positano.

La necessità di avere un feedback sulle procedure previste dal Piano di Emergenza Comunale è la molla che ha spinto gli stakeholders di Protezione Civile ad organizzare questa esercitazione, che rappresenterà un imprescindibile corollario al vigente PEC per vagliare attentamente l'attivazione progressiva di tutto il Sistema locale di Protezione Civile, secondo le nuove procedure per la gestione del rischio idraulico e geologico, fortemente presente a Positano (così come in tutta la Costiera) con diverse aree R3 ed R4 (cioè rischio elevato e molto elevato) mappate e censite puntualmente nel Piano e che, in caso di prevista emergenza, vengono attenzionate da parte del Servizio di Protezione Civile, del COC, del Nucleo Comunale dalle altre componenti strutture operative presenti sul territorio.

L'esercitazione quindi, che interesserà solo i "posti di comando" e non la popolazione, testerà nella pratica la validità del sistema di Protezione Civile messo in atto nel Comune di Positano e consentirà di migliorare ancor di più il servizio e l'assistenza offerta alla popolazione in caso di gravi eventi. Nello specifico, l'esercitazione "POSITANO 2012" ha diverse finalità, tra cui: testare le procedure comunali di Protezione Civile in ordine alla catena di comando e controllo; verificare la capacità di risposta del personale tecnico e volontario preposto ai rilevamenti ed al controllo del territorio oltre che dell'attivazione del personale CRI impegnato nell'eventuale evacuazione di persone non autosufficienti; verificare la funzionalità e l'efficacia dei sistemi di allertamento e di comunicazione.

Lo scenario ipotizzato prevede, durante il crescente ampliarsi di un allarme in seguito a precipitazioni che superano via via i livelli di soglia pluviometrici previsti dalle procedure, l'osservazione da parte del presidio territoriale di effetti al suolo in corrispondenza di due zone a rischio. All'esercitazione parteciperanno tutti i componenti del COC - Centro Operativo Comunale - le Forze dell'Ordine presenti sul territorio di Positano (Carabinieri e Guardia di Finanza), il Nucleo Comunale di Protezione Civile e la CRI di Positano; supporto sarà fornito anche dalla ASL di Salerno con un proprio funzionario medico in sede, dalla Sala Operativa Regionale Unificata di Protezione Civile, dall'Ufficio di Protezione Civile della Provincia di Salerno e dalla Prefettura di Salerno.

Non è previsto nessun coinvolgimento attivo della popolazione, così come non saranno allestite prove di soccorso o simulazioni di incidenti, in quanto lo scopo di questa esercitazione è solo quello di testare la "macchina dei soccorsi" nei momenti immediatamente precedenti il verificarsi di un'emergenza.




Centro Operativo Comunale di Positano (Sa)