Un'immagine aerea del viadollo crollato sulla Torino-Savona - ph. Vigili del fuoco

Crolla un viadotto dell'autostrada Torino-Savona

Trenta metri di autostrada, a un chilometro e mezzo da Savona, sono crollati per il maltempo. All'origine c'è probabilmente una frana. Non risultano al momento persone coinvolte. In Piemonte allerta rossa prolungata fino alla mezzanotte di domenica, donna dispersa ad Alessandria

Probabilmente a causa di una frana è crollato un tratto di viadotto lungo l'autostrada A6 Torino-Savona, a circa un chilometro e mezzo da da Savona, all'altezza di Madonna del Monte. Si tratta di una trentina di metri di autostrada, dopo l'innesto con la A10, a circa un chilometro e mezzo da Savona. Al momento non risulterebbero persone coinvolte.

Secondo quanto riportato dal Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, all'origine del crollo sull'Autostrada dei Fiori ci sarebbe una frana che si è staccata da alcune centinaia di metri dal monte che sovrasta il viadotto. «Una carreggiata è caduta, l'altra è ancora in piedi. Ma sono chiusi entrambi i sensi di marcia» ha aggiunto Toti, che ha poi precisato che, anche a causa della profondità della frana, non è ancora possibile «smentire o confermare la presenza di persone coinvolte». 

Per verificare la segnalazione di un'auto che sarebbe transitata in quel momento stanno ancora lavorando nella ricerca i vigili del fuoco e le unità cinofile. Inoltre, per perlustrare la zona, si è alzato in volo da da Genova un elicottero del servizio 118.

«La valutazione dei periti non sarà semplice» ha detto Toti. «Quello che a noi interessa è capire se il lato che corre dal Piemonte verso Savona sia possibile renderlo agibile nel più breve tempo possibile e regga le prove statiche, anche perché lunedì si riaprirà un porto passeggeri merci e crociere importante come quello di Savona e anche la strada che costeggia l'autostrada è franata in queste ore e la Val Bormida è raggiungibile solo attraverso strade comunali di difficile accessibilità».

Intanto il maltempo prosegue. È stata prolungata fino a mezzanotte l'allerta rossa in Piemonte e la piena del Po ha superato la soglia della criticità elevata, a Valle di Torino.

Sempre a causa del maltempo che sta interessando la zona, un'auto è finita nel fiume Bormida, in provincia di Alessandria. I vigili del fuoco hanno recuperato i due occupanti, che sono stati trasferiti in ospedale, mentre una terza persona risulta dispersa. Problemi anche Roma con diversi allagamenti sul litorale, e anche in Calabria.

red/gt