fonte archivio

Curcio: CasaItalia diventa punto di riferimento per tutte le ricostruzioni

Per la prima volta nel Paese ci sarà un unico punto di riferimento di indirizzo e coordinazione delle operazioni di ricostruzione dei territori colpiti da grandi calamità naturali

“Il Dipartimento CasaItalia amplia le sue competenze e si pone come punto di riferimento del post emergenza, cioè di quella fase di ricostruzione e di rinascita dei territori colpiti da grandi calamità naturali. Si tratta di un passo avanti per il Paese: per la prima volta ci sarà un unico punto di riferimento di indirizzo e coordinamento di tutte le istituzioni che operano in condizioni estremamente delicate quando cioè dopo un forte terremoto o dopo un’alluvione devastante o tanti altri eventi che possono mettere in ginocchio interi territori termina il lavoro fondamentale della protezione civile e l’obiettivo principale diventa il ripristino delle condizioni di vita precedenti e della necessaria sicurezza". Così spiega Fabrizio Curcio, Capo del Dipartimento CasaItalia, quanto pubblicato oggi, venerdì 3 aprile, in Gazzetta Ufficiale nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri firmato da Giuseppe Conte il 4 marzo scorso.

"In questo periodo la nostra attenzione sarà puntata soprattutto sulla ricostruzione delle aree colpite dal sisma del 2016 e dell’Abruzzo colpito anche dal terremoto del 6 aprile 2009. Senza tralasciare altri territori in fase di post emergenza come l’Emilia Romagna, il Veneto e la Lombardi colpiti dal sisma del 2012, Ischia (2018) e Sicilia (2018).
Nel caso del Centro Italia il lavoro sarà in stretta collaborazione con l’ufficio del Commissario straordinario del Governo Giovanni Legnini e nel caso dell’Abruzzo con la Struttura di missione della Presidenza del Consiglio “Sisma2009” e con gli Uffici speciali della Ricostruzione oltre naturalmente alle istituzioni locali impegnate in prima linea in un lavoro molto impegnativo e complesso”.

"CasaItalia dunque, conclude Curcio, in continuità con la sua missione originaria volta ad accrescere la sicurezza anti sismica del patrimonio abitativo nazionale,  diventa un punto di riferimento per i cittadini e per tutto il sistema paese nell’organizzazione della ricostruzione, con l’intento di uniformare la risposte operative e giuridiche che provengono dai territori".

Red/cb
(Fonte: Casaitalia)