fonte: legiornatedibertinoro.it

Il 12 e il 13 ottobre tornano le Giornate di Bertinoro per l'economia civile

Sono attesi più di 250 partecipanti e oltre 60 studenti che animeranno gli spazi del festival

Prendono il via Le Giornate di Bertinoro per l’Economia Civile, il tradizionale appuntamento di AICCON, Centro Studi dell’Università di Bologna, che si svolge il 12 e 13 ottobre 2018 a Bertinoro (FC). Sono attesi più di 250 partecipanti e oltre 60 studenti che animeranno gli spazi del GdB2018. Nel pieno della “IV Rivoluzione Industriale”, nota anche come “rivoluzione delle tecnologie convergenti”, occorre imparare a fronteggiare l'impatto della modernità – impatto che avverrà sul Terzo settore.

La sfida etica nella IV Rivoluzione Industriale. Economia Civile, lavoro e innovazione sociale” è il titolo della XVIII edizione delle Giornate. Da 18 anni l’iniziativa ospita i protagonisti del mondo accademico, dell’economia sociale e delle istituzioni insieme ad una community di studenti e giovani imprenditori sociali, per riflettere e conversare sui temi dell’economia civile.

L’impatto delle tecnologie convergenti, il valore sociale nell'era dell’Intelligenza Artificiale, le piattaforme inclusive e collaborative a impatto sociale sono solo alcuni dei temi che saranno affrontati. L’obiettivo è di riflettere sui cambiamenti e le sfide future derivanti dall’utilizzo delle tecnologie convergenti all’interno del Terzo settore.

Secondo Stefano Zamagni, Presidente della Commissione Scientifica di AICCON: “Così come abbiamo favorito la biodiversità nei settori tradizionali dell’economia — ed è stata la grande novità delle imprese sociali e prima ancora delle cooperative sociali — ora che si apre il nuovo grande territorio delle piattaforme la sfida è quella di costruire una “biodiversità 4.0”.

Il dibattito sarà arricchito dalle anteprime dati, a partire da una rilevazione dell’Istat sui trend evolutivi del Terzo settore. Sarà presentata anche un’indagine condotta da SWG che valuterà l’opinione pubblica rispetto alle principali conseguenze derivanti dalle innovazioni introdotte nell’Era 4.0.

IL PROGRAMMA

La corretta applicazione delle tecnologie convergenti affinché il lavoro possa tornare ad essere un bisogno umano fondamentale e non solo un diritto è il tema della Sessione di Apertura dal titolo La sfida etica e l’impatto delle tecnologie convergenti, che si baserà sullo sviluppo delle nuove tecnologie, sulla loro funzionalità e sulle opportunità che offrono – anche in relazione alla riqualificazione del lavoro come bisogno umano fondamentale, con la formazione di nuove motivazioni personali che creino i presupposti che ci permettano di vincere la sfida etica della IV Rivoluzione Industriale. Aprirà i lavori Brenno Begani, Presidente AGCI e coordinerà Paolo Venturi, Direttore AICCON, interverranno: Stefano Zamagni, Università di Bologna; Alessandro Rosina, Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano; Francesco Seghezzi, Direttore Fondazione ADAPT e Marco Bentivogli, Segretario Generale FIM-CISL.

I lavori riprenderanno con la Sessione Pomeridiana con due talk consecutivi sull’argomento Significati e produzione del valore sociale nell’era dell’Intelligenza Artificiale - un’innovazione che è già piena realtà, e che porta a interrogarsi sul rapporto tra uomo e macchina in ambito lavorativo, senza dimenticare la necessaria componente dei rapporti interpersonali. Il primo talk, a cura di Marco Dotti (Università di Pavia-VITA), avrà come tema l’Intelligenza Artificiale e il fattore umano.

Il secondo talk, introdotto e coordinato da Alessia Maccaferri, Nòva – Il Sole 24 Ore, vedrà la partecipazione di Giuliano Poletti, esperto cooperative di comunità – già Ministro della Repubblica e Stefano Granata, Presidente Confcooperative – Federsolidarietà Nazionale che si confronteranno sulle ambivalenze del tema comunità e community/condivisione e cooperazione, esplorandone anche le relazioni e interconnessioni esistenti.

La prima giornata si concluderà con il GdB LAB, la sessione più sperimentale che affronterà il tema Piattaforme inclusive e tecnologie ad impatto sociale, su come anche le nuove tecnologie trovino il loro perno nello spazio umano e collaborativo, coordinata da Flaviano Zandonai, Segretario Generale Iris Network, vedrà la partecipazione di Marco Zappalorto, Direttore Nesta Italia; Marco Tognetti, Direttore LAMA Development and Cooperation Agency e Christian Iaione, Professore di Urban Law and Policy Luiss Guido Carli / Co-Direttore di LabGov.City.

Un confronto sulle possibili modalità di ripensamento dei modelli di democrazia ed economia della nostra società al fine di avviare percorsi di innovazione sociale inclusivi, sarà l’obiettivo della Sessione di Chiusura Rigenerare democrazia e innovazione sociale nella IV Rivoluzione Industriale, su come occorra creare nuovi modelli inclusivi e comunitari per far fronte allo scollamento sempre più marcato tra democrazia e capitalismo. Interverranno Mauro Lusetti, Presidente Legacoop – Vice Presidente AICCON; Enzo Risso, Direttore SWG; Stefano Zamagni, Università di Bologna; Leonardo Becchetti, Università di Roma Tor Vergata; Ivana Pais, Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano; Enzo Rullani, Centro Tedis, Venice International University; Enrico Loccioni, Presidente Loccioni e Claudia Fiaschi, Portavoce Forum Nazionale del Terzo settore.

All’interno del programma delle Giornate di Bertinoro 2018 è previsto anche uno spazio dedicato ai giovani: il GdB OFF, ospiterà più di 60 studenti del Corso di Laurea in Management dell’Economia Sociale dell’Università di Bologna – Campus di Forlì e quest’anno sarà realizzato con la collaborazione di Jointly - Il Welfare Condiviso.

Tutti i protagonisti, le informazioni utili ed il programma de Le Giornate di Bertinoro per l’Economia Civile sono disponibili sul sito www.legiornatedibertinoro.it.

red/mn

(fonte: AICCON)