fonte Regione Lombardia

Nuovo coronavirus in Italia, gli aggiornamenti dal 20 al 24 aprile

Le principali notizie sull'emergenza del periodo compreso tra il 20 e il 24 aprile

Leggi gli aggiornamenti LIVE

AGGIORNAMENTO 24/04

Ore 11:53

Ok Protocollo sicurezza lavoro integrato

Ok all'aggiornamento del Protocollo condiviso sulle misure per il contrasto al Covid-19 negli ambienti di lavoro, sottoscritto il 14 marzo, che viene così "integrato" in vista della fase due. Dopo un confronto andato avanti tutta la notte, le parti sociali hanno raggiunto l'intesa, alla presenza della ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo. Implementate le misure per il rientro, dai dispositivi di protezione alle sanificazioni, dallo smart working alle postazioni distanziate. Prevista anche la sospensione temporanea per le imprese che non applicano le regole. Il "lungo confronto" con le parti sociali "si è concluso in modo proficuo e positivo. Un confronto dal quale, in vista dell'avvio della fase 2, la tutela della salute di tutti i lavoratori, la bussola che ci ha sempre guidati, esce ulteriormente rafforzata". Così la ministra del Lavoro e delle Politiche sociali, Nunzia Catalfo. E' "un ulteriore passo avanti per garantire alle nostre imprese di ripartire"

AGGIORNAMENTO 23/04

Ore 18:18

Indice contagiosità tra 0,5 e 0,7

"L'indice di contagiosità, il famoso R con zero, è oggi tra lo 0,5 e lo 0,7, tenendo conto delle differenze regionali". Lo ha detto il presidente del Consiglio Superiore di Sanità Franco Locatelli al punto stampa in Protezione Civile.

Ore 18:16

20mila domande per call per il personale medico

"Si è conclusa la chiamata per operatori socio sanitari per istituti penitenziari, per residenze per disabili e case di cura per anziani. Le domande sono state 20.491 e si è chiusa la call per il personale medico. Abbiamo ricevuto 691 domande. Sono persone che avvieremo immediatamente dove ci sarà bisogno". L'ha detto il capo della Protezione civile Angelo Borrelli nella conferenza stampa alla Protezione civile. La call per il personale medico sanitario era di 1.500 persone. 

AGGIORNAMENTO 22/04

Ore 18:34

Costa Deliziosa arriva a Genova

La Costa Deliziosa è arrivata nel porto di Genova. L'attracco al Ponte Andrea Doria è avvenuto poco dopo le 13 e, secondo le attese, il personale della Sanità marittima con Asl3 è salito a bordo per le verifiche necessarie. Oggi pomeriggio sono iniziati anche gli sbarchi protetti dei passeggeri: oggi è prevista la partenza di 540 persone a cui se ne aggiungeranno ulteriori 897 nella giornata di domani. Si tratta principalmente di italiani ed europei che saranno accompagnati nelle città di provenienza con pullman dedicati. “Non risultano casi di Covid-19 a bordo né persone in isolamento – spiega Giampedrone – e questo consente di accelerare al massimo le operazioni. Se tutto andrà come abbiamo programmato, entro domani torneranno a casa 1437 passeggeri su 1631 complessivi che sono a bordo. Per gli altri, come per i membri dell’equipaggio, verranno organizzati voli charter per il rientro nei paesi d’origine. Al termine delle operazioni, è stato concordato che rimanga a bordo il minor numero possibile di persone, indispensabili per il funzionamento della nave”. Il tavolo per il coordinamento degli interventi tornerà a riunirsi nella mattinata di domani, giovedì 23 aprile.

Ore 18:27

A Piacenza chiude l'ospedale da campo militare

Dopo un mese, chiude a Piacenza l’ospedale da campo allestito dall’Esercito a ridosso dell’ospedale cittadino in tempi record quattro settimane fa. 40 posti letto, 80 fra medici, infermieri e personale, sempre militare, della logistica al lavoro, la struttura si è rilevata preziosissima nel gestire l’emergenza sanitaria nella provincia maggiormente colpita dal coronavirus in Emilia-Romagna, alleviando la pressione sulle strutture sanitarie. L’ospedale da campo verrà ora smontato, i materiali e le attrezzature risposti nei container, che però intanto rimarranno qui, a disposizione di Piacenza e dell’Emilia-Romagna per qualsiasi nuove evenienza dovesse presentarsi. “Eravamo qui nel giorno dell’apertura, e siamo qui oggi nel giorno della chiusura- afferma Davide Baruffi, sottosegretario alla Presidenza della Giunta, presente questa mattina a Piacenza insieme alle autorità civili e militari-. In primo luogo, per dire grazie agli uomini e alle donne dell’Esercito per il lavoro svolto, di grande aiuto per le nostre strutture sanitarie e la comunità locale. E grazie anche per aver deciso di lasciare comunque l’ospedale da campo nella disponibilità di questo territorio e della nostra regione, un altro bel segnale di quella collaborazione istituzionale e gioco di squadra che si stanno rivelando estremamente importanti nel rallentare e provare a fermare il contagio. Infine- chiude Baruffi- voglio sottolineare come la chiusura del campo sia un altro passo avanti che in Emilia-Romagna stiamo facendo verso il superamento dell’emergenza, che pur richiede ancora tanto lavoro e impegno da parte di tutti noi”.

Ore 16:54

6000 mascherine sequestrate e consegnate a prociv veneta

6000 mascherine sono state consegnate alla Protezione Civile del Veneto da parte della Guardia di Finanza e dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli che le hanno sequestrate mentre erano stoccate al Porto di Venezia, già pronte all’esportazione in violazione all’Ordinanza del Capo Dipartimento Nazionale della Protezione Civile.

AGGIORNAMENTO 21/04

Ore 15:35

Conte, Fase 2: modifiche anche per regole su distanziamento sociale

"Anche per le misure di distanziamento sociale ci saranno alcune modifiche, non ci sfugge" la difficoltà dei cittadini "nel continuare a rispettare" le regole anti contagio e "l'aspirazione al ritorno alla normalità". Lo dice il premier Giuseppe Conte nell'informativa al Senato parlando del programma per la fase 2.

Ore 15:34

Conte, puntiamo a intensificare presenza di Covid Hospital

Il governo punta a "intensificare in tutto il territorio la presenza di Covid hospital per la gestione ospedaliera di pazienti, in modo da ridurre notevolmente il rischio di contagio per operatori sanitari e pazienti". Lo dice il premier Giuseppe Conte nell'informativa al Senato in vista del Consiglio europeo.

Ore 15:32

Nessuna limitazione per chi non scaricherà l'app Immuni

"Chi non vorrà scaricare" la app Immuni "non subirà limitazioni di movimento o altri pregiudizi". Lo assicura il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, parlando in Senato, dove promette il "coinvolgimento pieno e stringente del Parlamento" sulla vicenda.

Ore 15:31

Conte, distanze e mascherine finché non c'è vaccino

"Sulla risposta sanitaria il governo ha elaborato una strategia in cinque punti. Il primo è mantenere e far rispettare distanziamento sociale, promuovere utilizzo diffuso di dispositivi di protezione individuale fino a quando non disponibili terapia e vaccino". Lo dice il premier Giuseppe Conte nell'informativa al Senato in vista del Consiglio europeo.

Ore 15:28

Conte, programma riaperture omogeneo su base nazionale

"Stiamo elaborando un programma di progressive riaperture che sia omogeneo su base nazionale e che ci consenta di riaprire buona parte delle attività produttive e anche commerciali tenendo sotto controllo la curva del contagio". Lo dice il premier Giuseppe Conte nell'informativa al Senato. E la soglia del contagio di riferimento "vogliamo che sia commisurata alla recettività delle strutture ospedaliere delle aeree di riferimento", aggiunge.

Ore 14:22

Costa Deliziosa in arrivo al porto di Genova

La Costa Deliziosa arriverà in porto a Genova oggi alle 17, proveniente da Barcellona con 1519 passeggeri e 896 membri dell’equipaggio a bordo. Nel porto catalano sono sbarcati 112 persone di nazionalità spagnola, portoghese e francese. “Abbiamo appena concluso la riunione col tavolo di emergenza nazionale – spiega l’assessore alla Protezione civile della Regione Liguria Giacomo Giampedrone – Questa mattina ci è stata confermata l’indicazione della Deliziosa come nave pulita dopo la concessione della libera pratica da parte della sanità marittima a Barcellona. Stasera sono in programma le verifiche da parte dell’Usmaf sulla nave. Tutto è pronto per lo sbarco dei primi 924 passeggeri, in programma domani mattina”. “Il nostro obiettivo -  aggiunge Giampedrone – è quello di avviare gli sbarchi in tempi rapidi, ovviamente garantendo la più assoluta tutela dei passeggeri e della cittadinanza di Genova. Proprio per questo, e solo per un eccesso di cautela -  conclude Giampedrone -  verrà effettuato un tampone sulla salma presente a bordo, che verrà in questo senso presa in carico dall’Asl 3 e dall’istituto di medicina legale per essere certi, oltre ogni ragionevole dubbio, che gli sbarchi possano avvenire nel modo più sicuro e sereno possibile, anche se i medici di bordo tendevano assolutamente ad escludere che le cause della morte fossero da attribuire a coronavirus”.

Ore 09:57

Conte: 'Entro settimana piano per aperture da 4 maggio'

"Prima della fine di questa settimana confido di comunicarvi questo piano e di illustrarvi i dettagli di questo articolato programma" per la fase 2 del Coronavirus.
"Una previsione ragionevole è che lo applicheremo a partire dal prossimo 4 maggio". Lo annuncia in un lungo post sui social il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. 

AGGIORNAMENTI 20/04

Ore 18:20

Per la prima volta diminuisce il numero di persone attualmente positive

Per la prima volta dall'inizio dell'epidemia nel nostro Paese, il numero di persone attualmente positive cala di 20 unità. Un segnale incoraggiante se si considera che nelle ultime due settimane sono calate anche le persone in terapia intensiva e ricoverate. Purtroppo il numero dei deceduti rimane ancora alto, + 454 da ieri a oggi.

Ore 13:00

Ok del Cdm allo slittamento delle amministrative

Via libera, a quanto si apprende, del Consiglio dei ministri allo slittamento delle amministrative. Nel testo del decreto è attesa la definizione delle finestre entro le quali ciascuna Regione chiamata al voto potrà indire le elezioni. L'ipotesi approdata sul tavolo all'inizio della riunione era quella di una finestra larga che andasse dalla metà di luglio al mese di novembre.

Leggi gli aggiornamenti dal 13 al 17 aprile;
Leggi gli aggiornamenti dal 6 al 10 aprile;
Leggi gli aggiornamenti dal 30 marzo al 3 aprile;
Leggi gli aggiornamenti dal 23 al 27 marzo;
Leggi gli aggiornamenti dal 16 al 22 marzo;

Leggi gli aggiornamenti dal 3 al 14 marzo;
Leggi gli aggiornamenti dal 24 al 28 febbraio.

Redazione