fonte Regione Lombardia

Nuovo Coronavirus in Italia, gli aggiornamenti dal 24 al 28 febbraio

Le principali notizie sull'emergenza del periodo compreso tra il 24 e il 28 febbraio

Leggi gli aggiornamenti LIVE

AGGIORNAMENTI (28 Febbraio)

Ore 12:31

L’Italia chiede maschere protettive all’Ue

L'Italia "ha attivato il Meccanismo europeo di protezione civile, chiedendo delle maschere protettive" per fronteggiare la diffusione della Covid19. "Il Centro di coordinamento ha inviato richieste a tutti gli Stati membri per dare assistenza". Lo conferma la vice portavoce capo della Commissione Dana Spinant, durante il briefing con la stampa a Bruxelles. "Come ha detto il commissario Janez Lenarcic - continua citando un'intervista pubblicata oggi da Repubblica - l'Italia fa parte della famiglia europea e faremo tutto ciò che possiamo per aiutarla".

Ore 12:14

Mattarella ringrazia chi è in prima linea e dice “basta paure irrazionali”

"In questo giorno dedicato alle malattie rare dobbiamo sentire il dovere di ringraziare chi sta operando con fatica, con sacrificio, con abnegazione per contrastare il pericolo del coronavirus: i medici, gli infermieri, il personale della Protezione civile, i ricercatori, le donne e gli uomini delle Forze Armate e di quelle di polizia, tutti coloro che in qualche modo si trovano in prima linea". Lo afferma il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, parlando al trentesimo anniversario di Telethon al Quirinale. 

"La conoscenza aiuta la responsabilità e costituisce un forte antidoto a paure irrazionali e immotivate che inducono a comportamenti senza ragione e senza beneficio, come avviene talvolta anche in questi giorni". ha poi aggiunto il presidente della Repubblica. 

“Abbiamo validissimi ricercatori in Italia, abbiamo grandi scienziati italiani che operano nei nostri laboratori e in quelli di tutto il mondo. La scienza è alleata della società e questa deve riferirvisi con senso di responsabilità. Eppure è accaduto in questi anni che la scienza fosse messa in discussione. Abbiamo assistito a comportamenti irrazionali, al propagarsi di teorie antiscientifiche - ad esempio sui vaccini - al diffondersi di ansie che si sono tramutate in comportamenti autolesionisti". Lo dice il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al Quirinale per i trent'anni di Telethon alla vigilia della Giornata delle Malattie Rare. "Ora - di fronte alla comparsa di un nuovo insidioso virus - si apprezza meglio il valore della scienza, la dedizione delle donne e degli uomini che portano avanti nuove ricerche, l'impegno sul campo di chi ne applica i risultati", conclude. 

Ore 12:02

Borse, Milano (-3%) sconta paura coronavirus

La Borsa di Milano (-3%) prosegue pesante, in linea con gli altri listini del Vecchio continente che risentono degli effetti del contagio da coronavirus. Lo spread si stabilizza a 175 punti base dopo aver toccato un picco a quota 182. Il rendimento del decennale italiano si attesta all'1,14%. A Piazza Affari l'unico titolo in positivo è la Juventus (+2,1%). In fondo al listino principale Atlantia (-4,9%), in rosso anche Eni (-3,6%), dopo i conti ed il nuovo piano. Ad appesantire il listino c'è il comparto bancario con Unicredit (-4%), Mps (-3,7%), Banco Bpm e Ubi (-3,4%), Intesa (-3,3%). 

Ore 11:57


Svizzera vieta eventi di massa, annullato salone auto di Ginevra

Il Consiglio federale svizzero vieta tutte le manifestazioni con più di 1.000 persone. Il divieto entra in vigore immediatamente e vige almeno fino al 15 marzo 2020. Pertanto il salone dell'auto di Ginevra, che doveva aprire il 5 marzo, è stato annullato. E' quanto riferiscono i medi svizzeri. La decisione è stata presa di fronte al crescente numero di casi di coronavirus riscontrati in diversi cantoni.

AGGIORNAMENTI (27 febbraio)

Ore 17:23

Tar sospende ordinanza Regione Marche su chiusura scuole e musei

Il Tar Marche, con decreto urgente del suo presidente, ha sospeso in via cautelare l'ordinanza con cui la Regione Marche aveva disposto la chiusura di scuole, musei, e inibito tutte le manifestazioni pubbliche di qualsiasi natura fino alle ore 24 del 4 marzo 2020 al fine di contrastare la diffusione del coronavirus.



Ore 15:48

Israele blocca ingressi da italia

Analogamente a quanto già avvenuto le scorse settimane con le persone provenienti dalla Cina, ma anche Corea del Sud e Giappone, sono state adottate con l'Italia le misure restrittive circa l'ingresso di cittadini stranieri, legate all'emergenza coronavirus, precisa Michal Gur-Aryel, portavoce dell'ambasciata israeliana in Italia. Il divieto non riguarda i soli cittadini italiani, ma indistintamente qualsiasi cittadino straniero, senza distinzione di nazionalità che provenga o abbia soggiornato negli ultimi 14 giorni in Italia. Sono, invece esclusi cittadini e residenti israeliani "che saranno comunque posti in quarantena per 40 giorni e che amano l'Italia e numerosi sono nel vostro Paese e devono rientrate in questi giorni" aggiunge.

Ore 9:56

Borrelli, siamo Paese sicuro, tutto ok in zone rosse

"Il dato positivo sono i due cittadini cinesi ricoverati allo Spallanzani che sono guariti dalla malattia. C’è una attività di monitoraggio continuo e costante da parte delle istituzioni e delle autorità sanitarie e non ci sono problemi nelle zone rosse. Siamo e continuiamo ad essere un Paese sicuro". Cosi' Angelo Borrelli, Capo della Protezione civile nonchè commissario per l'emergenza coronavirus a Rai Radio1. "Io sono per andare verso una normalità - spiega Borrelli - indubbiamente c’è il fattore del possibile contagio dal coronavirus ma i dati ci dicono che 4 casi su 5 hanno sintomi lievi e che il livello di mortalità è molto basso e che le persone decedute avevano un quadro clinico già complicato. Penso che in Italia, in Europa e nel mondo si dovrà convivere con questa malattia finché il nostro organismo non avrà prodotto gli anticorpi o finchè non si sarà trovato il vaccino. Il sistema di protezione è un sistema rodato. Non è la prima emergenza. E' un modo di lavorare di assoluta condivisione. Bisogna seguire le indicazioni del commissario e del "tavolo centrale" nel quale si prendono le decisioni importanti e si detta la linea".

Ore 08:56

Gualtieri: "Presto dl per sostenere economia"

Il dl a sostegno dell'economia della zona rossa arriverà "questa settimana" quello più generale per i settori italiani colpiti dall'emergenza è atteso per "la prossima settimana". Così il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri a Radio24.

Ore 08:31

Arabia Saudita sospende pellegrinaggi a La Mecca e Medina

L'Arabia Saudita ha annunciato la sospensione degli ingressi per i pellegrini che vogliono recarsi alla Mecca o in visita alla Moschea del Profeta a Medina, per il timore di una diffusione del contagio da coronavirus. Il ministero degli Esteri, riporta l'agenzia ufficiale Spa, ha spiegato che la misura è temporanea e soggetta a continua valutazione.

AGGIORNAMENTI (26 febbraio)

Ore 12:35

Borrelli: "In arrivo mascherine per operatori sanitari delle Regioni interessate"

In serata arriveranno le mascherine destinate agli operatori sanitari, distribuite dalla protezione civile nelle regioni interessate dal coronavirus. "Ieri si è convenuto su una centralizzazione dell'acquisto delle mascherine per gli operatori sanitari in capo al dipartimento della protezione civile. Abbiamo messo in piedi un canale per la fornitura del materiale. Oggi abbiamo deciso quali quantità destinare alle diverse regioni, nella serata avremo le prime mascherine distribuite alle regioni. Abbiamo effettuato oltre 9462 tamponi, un numero veramente consistente", così il Capo del DPC Angelo Borrelli nel corso della conferenza stampa per l'aggiornamento sui casi di coronavirus in Italia.

Ore 12:15

Guarita donna cinese ricoverata allo Spallanzani

“La donna cinese ricoverata dal 30 gennaio presso l’Istituto Spallanzani che è stata, insieme al marito, il primo caso in Italia è negativa al COVID-19. Stamani durante una visita all’ospedale ho visto anche il marito che è in ottime condizioni”. Lo dichiara l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Ore 10:42

Ministero del lavoro: lavoro agile possibile fino al 15 marzo

Nel nuovo Dpcm attuativo del decreto sul Coronavirus è prevista l'estensione del ricorso al lavoro agile. Infatti, come stabilito dall'articolo 2 del Dpcm, questa modalità è applicabile fino al 15 marzo 2020 per i datori di lavoro aventi sede legale o operativa nelle Regioni Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Veneto e Liguria, e per i lavoratori ivi residenti o domiciliati che svolgano attività lavorativa fuori da tali territori, a ogni rapporto di lavoro subordinato anche in assenza di accordi individuali. Gli obblighi di informativa previsti dalla legge sono assolti in via telematica anche ricorrendo alla documentazione resa disponibile sul sito dell'Inail. Lo comunica il ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

Ore 10:28

De Micheli, non serve misurare febbre in stazioni

"Non e' prevista la misurazione della temperatura nelle stazioni ferroviarie. In questo momento, sulla base dei rilievi scientifici che abbiamo e per come si e' determinata la situazione, riteniamo non sia necessaria". Lo ha detto il ministro per le Infrastrutture e i Trasporti Paola De Micheli, a margine della sua audizione alla commissione Lavori pubblici del Senato sull'incidente ferroviario avvenuto a Lodi il 6 febbraio 2020, rispondendo a una domanda sull'emergenza coronavirus. "Gli unici rilievi termici che vengono fatti allo stato attuale sul sistema dei trasporti - ha aggiunto - sono quelli negli aeroporti. Sui treni - ha aggiunto - c'e' stata gia' da domenica un'indicazione, in fase di copertura di tutti i treni nelle disponibilita' di Trenitalia, di incremento delle misure igieniche". 

Ore 10:20

Azzolina: da oggi task force per lezioni online 

Il ministero dell'Istruzione ha messo in campo "una tsk force che oggi stesso andrà in giro per le regioni" per supportare la formazione a distanza, considerata la chiusura di molti istituti scolastici a causa del coronavirus. Lo ha detto il ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina a Radio 24. "La situazione è avanzata proprio in quelle zone dove le scuole sono state chiuse, si stanno già muovendo" in questa direzione. Il ministero ha attivato per la didattica a distanza - ha spiegato Azzolina - collaborazioni con partner come Tim, Rai, Treccani. "Per garantire infrastrutture adeguate, stanzieremo anche delle risorse" ha aggiunto sottolineando comunque di augurarsi che "le scuole riaprano quanto prima". "Per la didattica a distanza bisogna immaginare che non è necessario un computer a casa, basta un cellulare e oggi quasi tutti i ragazzi lo hanno", ha detto.

Ore 10:18

Azzolina, “Nessun rischio che gli studenti perdano l’anno”

"Nessun rischio che i nostri studenti perdano l'anno". Lo ha affermato ila ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina intervenuta a Radio 24.

Ore 10:12

Brasile, accertato primo contagio, stretta sui voli

Un uomo di 61 anni che abita nella città di San Paolo è risultato positivo al test da coronavirus dopo essere rientrato dalla Lombardia questo mese: lo ha riferito oggi, in apertura della sua edizione online, il quotidiano Folha de S. Paulo. Il caso di contagio, confermato dal ministero della Sanità locale, è il primo accertato in America Latina. Secondo Folha de S. Paulo, in Brasile è stato attivato "un monitoraggio rafforzato" rispetto ai voli in arrivo dai Paesi dove si sono già registrati casi di coronavirus. Un legame con l'Italia rispetto a un primo contagio accertato a livello nazionale era stato confermato ieri anche dal governo dell'Algeria. La persona affetta da coronavirus, secondo il ministro della Sanità Abdel Rahman Ben Bouzid, è un cittadino italiano arrivato nel Paese del Nord Africa il 17 febbraio. 


Ore 9:51

Palermo: scuole chiuse fino a lunedì

Da oggi e sino a lunedì 2 marzo sospese le lezioni nelle scuole di ogni ordine e grado del territorio Metropolitano di Palermo.  Il provvedimento è stato adottato dal Presidente della Regione Musumeci d'accordo con il Sindaco della Città Metropolitana di Palermo, Leoluca Orlando e l'assessore regionale all'Istruzione Roberto Lagalla. "Si tratta di un provvedimento finalizzato all'effettuazione di interventi di sanificazione e disinfezione straordinaria dei locali scolastici a seguito all'ordinanza regionale di Protezione civile- si legge in una nota-Si tratta di un procedimento a scopo preventivo, infatti i pubblici uffici resteranno aperti al pubblico e si provvederà alla loro sanificazione nei giorni di sabato e domenica". "Questo provvedimento aiuterà a scopo precauzionale a contribuire a rallentare la diffusione del corona virus, nel frattempo che la comunità scientifica individui la soluzione per far rientrare l'epidemia", si legge nella nota. 

AGGIORNAMENTI (25 febbraio)

Ore 19:10

Anche le Marche chiudono le scuole

Scuole e università chiuse e manifestazioni pubbliche sospese nelle Marche fino al 4 marzo. Lo ha deciso la Regione.

Ore 18:10

Speranza: "No a chiusura confini"

"C'è un convinto apprezzamento del lavoro che sta facendo il governo italiano da parte dei ministri della Salute dei paesi confinanti con l'Italia, di Germania e Croazia e non si prevede di chiudere i confini". Così il ministro della Salute Roberto Speranza.


Ore 17:59

Primo caso di coronavirus a Barcellona, è donna italiana

Le autorità catalane hanno confermato il primo caso di coronavirus a Barcellona, sottolineando che si tratta di una donna italiana di 36 anni residente in Spagna. Lo riportano i media spagnoli spiegando che la donna, appena rientrata da un viaggio in Italia tra Bergamo e Milano, ieri si era recata all'ospedale catalano con alcuni sintomi.

Ore 17:40

240 casi positivi in Lombardia

"Siamo a 240 casi positivi, abbiamo fatto più di 1.800 tamponi, per i decessi aspettiamo la conferma dell'istituto superiore della Sanità", così l'assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera che specifica che ci sono stati decessi nella giornata di oggi, ma non si potrà dire che siano collegati al coronavirus finché non si avrà conferma dall'Iss.

Ore 16:06

Liguria, primo caso positivo

Primo caso di persona positiva al coronavirus in Liguria. I test effettuati nelle scorse ore hanno rilevato la presenza del virus in una delle persone sotto osservazione ad Alassio. La conferma arriva dalla Regione Liguria. "È una donna di circa 70 anni che si trovava in un albergo di Alassio, ora ricoverata in isolamento al reparto di Malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova. Fa parte di una comitiva di Codogno ad Alassio dall'11 febbraio. È in corso la ricostruzione dei contatti che ha avuto la donna in questi giorni. Tutte le persone presenti nell'albergo vengono poste in isolamento. Il paziente risultato positivo aveva già ricevuto delle cure al pronto soccorso di Albenga prima che scattassero le procedure interdittive messe in atto. Il personale di Albenga è già stato contattato dalla Asl2 e messo in isolamento" spiega il governatore Giovanni Toti.

Ore 16:03

Le raccomandazioni del ministero della Salute


Ore 15:53

Ricciardi (OMS): "Ridimensionare emergenza"

"Dobbiamo ridimensionare questo grande allarme, che è giusto, da non sottovalutare, ma la malattia va posta nei giusti termini". Non ha usato giri di parole Walter Ricciardi dell'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) in conferenza stampa alla Protezione civile a Roma. E ha spiegato perché, ribadendo i numeri di questa epidemia di coronavirus: "Su 100 persone malate, 80 guariscono spontaneamente, 15 hanno problemi seri ma gestibili in ambiente sanitario, il 5% è gravissimo, di cui il 3% muore. Peraltro sapete che tutte le persone decedute avevano già delle condizioni gravi di salute. In Italia, dopo i primi casi di Roma gestiti in maniera antologica, c'è stata una frammentazione" nell'azione contro il coronavirus, con "regioni che facevano tamponi ad asintomatici e altre ai contatti. In questo modo - ha spiegato - si è persa l'evidenza scientifica. L'Oms dice che bisogna fare i tamponi solo ai sintomatici e a coloro che sono stati in determinate zone", ricordando che "la Francia ha fatto 300 tamponi, noi 4.000, e il Regno Unito 6.000, ma con una metodologia e seguendo un protocollo rigoroso". Ricciardi ha pure affermato che in questa fase "le mascherine di protezione non servono alle persone sane".

Ore 12:36

Palazzo Chigi smentisce notizie su chiusura scuole di ogni ordine e grado

La Presidenza del Consiglio smentisce le notizie che stanno circolando in queste ore su una presunta chiusura, per decisione del Presidente Giuseppe Conte di tutte le scuole di ogni ordine e grado.

Ore 12:27


Ora 11:41

Usa, vaccino sperimentale Covid19 pronto per test

Si fa più vicina la possibilità di avere un vaccino contro il Covid19. L'azienda biotech americana Moderna ha infatti annunciato di aver spedito il primo lotto del vaccino sperimentale mRna-1273 all'Istituto Nazionale delle Allergie e Malattie Infettive (Niaid), per avviare la fase 1 della sperimentazione clinica su un piccolo numero di persone. Lo comunica la stessa azienda sul suo sito. 

Ore 11:36

Aeroporto Praga, screening voli dall'Italia

"Per gli arrivi dall'Italia da mezzanotte riserviamo un gate dedicato con screening mirato e misure igieniche aumentate. Secondo le nostre informazioni, siamo il primo aeroporto al mondo ad adottare tali misure sugli arrivi dall'Italia": è quanto si legge sul profilo Twitter ufficiale dell'aeroporto di Praga.

Ore 10:35

Conte rassicura su emergenza economica

"Ci prepariamo ad agire anche contro l'emergenza economica. Facendo sistema offriremo una risposta incredibile anche sul piano economico". Così il presidente del consiglio, Giuseppe Conte, risponde ai cronisti nella sede della Protezione civile sull'emergenza coronavirus.

Ore 10:27

Incontro mercoledì di Ministero Salute, UE, OMS, ECDC

Mercoledì 26 febbraio, alle ore 11.15, nella sede del Ministero della Salute a Lungotevere Ripa, 1 (Roma), si svolgerà l’incontro con il Ministro della Salute, Roberto Speranza, il Commissario UE alla Salute, Stella Kyriakides, il Direttore Europa OMS/WHO, Hans Kluge e il Direttore ECDC, Andrea Ammon.

Ore 8:51

Australia valuta divieto ingresso dall'Italia


L'Australia sta valutando se imporre il divieto di ingresso nel Paese, già in vigore per gli arrivi dalla Cina, anche ai viaggiatori provenienti da Italia, Corea del Sud e Giappone: lo riporta oggi il quotidiano The Australian.

Ore 8:27


La Repubblica: "Primo caso di tampone positivo per coronavirus in Toscana, a Firenze e a Palermo"

Il quotidiano scrive: "Sono risultati postitivi al coronavirus un imprenditore di sessant'anni che ha aziende in Oriente che ieri si è recato  all'ospedale di Santa Maria Nuova di Firenze e una turista bergamasca in vacanza a Palermo che ieri sera è stata ricoverata nell'ospedale Cervello per i controlli dopo aver mostrato sintomi influenzali. Disposta la quarantena per il gruppo di amici della donna e per le persone che sono state a stretto contatto coi turisti. Questo è il primo caso di coronavirus accertato nel Sud Italia".

AGGIORNAMENTI (24 febbraio)

Borrelli: "Non ci sono nuovi focolai"

"Confermo che non ci sono altri focolai". Lo ha detto il capo del dipartimento di Protezione Civile, e commissario per l'emergenza Coronavirus, Angelo Borrelli, in conferenza stampa affermando che il numero dei contagiati è arrivato a 222.

Francia: "A casa alunni che rientrano da zone a rischio"

I bambini e i ragazzi che hanno trascorso le vacanze invernali in Cina, a Hong Kong, Macao, Singapore, Corea del Sud ma anche in Lombardia o Veneto - rientrando a scuola oggi dopo due settimane - sono stati invitati in Francia a rimanere a casa: lo si legge in una lettera inviata dal provveditorato ai responsabili degli istituti francesi. I genitori di studenti di elementari, medie e liceo sono invitati - nel caso descritto - a trattenere a casa i loro figli per 14 giorni a partire dal loro rientro.

Azzolina (MIUR): "Allo studio soluzioni per didattica a distanza"

"Stiamo studiando soluzioni per la didattica a distanza. Vogliamo garantire un servizio pubblico essenziale ai nostri studenti", ha detto la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina. "Nel frattempo forniremo ai dirigenti scolastici tutte le risposte necessarie, a partire dal tema dei viaggi di istruzione che abbiamo sospeso, sia in Italia che all'estero, per tutte le scuole del Paese. Stiamo predisponendo tutte le misure operative. Apriremo poi una sezione dedicata sul sito del ministero per rispondere a tutte le domande che riceviamo, anche tramite apposite Faq".

Non è dovuta al coronavirus
, come si era pensato in un primo momento, la morte agli Spedali civili di Brescia di una donna di Crema che era stata trasferita ieri. Si tratta di una paziente oncologica e il quadro clinico era già compromesso.

Sport, gare a porte chiuse in aree a rischio

Sì alle gare sportive a porte chiuse, nei territori interessati dalla diffusione del coronavirus: il ministro dello sport, Vincenzo Spadafora, ha annunciato che è in via di ultimazione il decreto del governo che lo consente.

Si registra una sesta vittima in Italia, scrive l'ANSA

Ecdc: "Rischio per Ue e Regno Unito passa da basso a moderato"

"Il rischio associato all'infezione COVID-19 per le persone dell'UE e del Regno Unito è attualmente passato da basso a moderato". Lo prevede l'aggiornamento sulla valutazione del rischio coronavirus dell'Ecdc, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie. Secondo l'agenzia Ue inoltre, il rischio di insorgenza in altri paesi dell'UE e del Regno Unito di cluster simili a quelli apparsi in Italia associati a COVID-19 è passato da moderato a elevato. L'impatto di tali cluster nell'UE passerebbe da "moderato a elevato, soprattutto se gli ospedali fossero colpiti e un gran numero di operatori sanitari dovesse essere isolato. L'impatto sui gruppi vulnerabili all'interno degli ospedali o delle strutture sanitarie interessate è considerato grave, in particolare per gli anziani", aggiunge l'Ecdc, secondo cui tuttavia, "le rigorose misure di salute pubblica che sono state implementate immediatamente dopo l'identificazione dei casi italiani COVID-19 ridurranno l'impatto di tali focolai e l'ulteriore diffusione". 

Marche, numero verdo e telefonate informative ai cittadini

Da domani mattina nelle Marche
sarà attivato il numero verde (800.936.677), e un servizio di telefonate ai marchigiani tramite il sistema di 'alert system' della Protezione Civile. "Dalle 8 alle 20 e saranno attive quattro linee a cui risponderanno altrettanti medici - dice il governatore della Regione Luca Ceriscioli - Utilizzeremo tutti i mezzi per comunicare con i cittadini". Inoltre, attraverso il sistema 'alert system' della Protezione Civile partirà un telefonata registrata a tutti i marchigiani, con la voce del presidente, che riassumera' le indicazioni su prevenzione, misure di carattere generale e altro.

Mise valuta stop pagamenti gas e luce e indennizzi a imprese nelle aree interessate


Accesso facilitato al fondo garanzia piccole e medie imprese; sospensioni pagamenti contratti somministrazione energia elettrica e forniture gas. Sono alcune delle misure su cui sta lavorando il governo per fronteggiare il coronavirus nelle aree interessate, secondo quanto riferiscono fonti Mise. Inoltre si stanno valutando indennizzi anche alle imprese che hanno subito danni indiretti; sospensione dei termini per gli adempimenti societari; proroga generalizzata delle misure di allerta da codice della crisi. Infine anche contributi per la ripresa delle attivita' per accertato danno.

Anci: "No a decisioni in autonomia, ma con coordinamento unico"


''In questo momento di emergenza sanitaria, è fondamentale non assumere iniziative autonome e non concordate. La situazione di emergenza va fronteggiata con comportamenti e interventi omogenei su territori di scala vasta per rendere più efficaci le misure di contenimento del virus e anche per evitare panico e allarmismo. Anche per noi sindaci, oltre che per i governatori, vale la sollecitazione del ministro Speranza a far riferimento al coordinamento unico nazionale con le regioni che è supportato dalle competenze scientifiche necessarie'', dichiara Antonio Decaro, presidente dell'Anci e sindaco di Bari.

FVG, attivo numeto verde per informazioni

Dal pomeriggio sarà attivo il numero verde 800500300 per chiarimenti e delucidazioni sulle indicazioni comportamentali previste dall'ordinanza ministeriale sulla prevenzione della diffusione del coronavirus. Lo fa sapere in una nota il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Il nuovo servizio affianca quello del 112 riservato alle emergenze, ovvero da contattare in caso di sintomi riconducibili al coronavirus, quali febbre uguale o superiore ai 37,5 gradi, mal di gola e tosse.

Governo italiano propone riunione con ministri della Salute dei paesi confinanti

Il governo italiano ha proposto una riunione con i ministri della Salute dei paesi confinanti. L'obiettivo sarà arrivare a condividere linee d'azione comuni. E quanto emerso dal vertice nella sede della Protezione Civile. Nel corso dell’incontro sono state esaminate tutte le criticità riguardanti i flussi transfrontalieri e il controllo dei confini aerei, marittimi, terrestri e ferroviari, ivi compresa l’eventualità di ripristinare i controlli alle frontiere in deroga a Schengen. Dalla discussione è emerso che sebbene ci sia una praticabilità giuridica, non sussiste la sostenibilità pratica per una tale sospensione.

Croazia, sospese gite scolastiche in Italia per un mese

La Croazia ha deciso di sospendere tutte le gite scolastiche in Italia per un mese per ridurre al minimo il rischio di diffusione del coronavirus. Il Ministero degli Affari Esteri ha invece consigliato ai cittadini croati di evitare di viaggiare in Veneto e Lombardia, regioni che sono state dichiarate "a rischio di infezione da coronavirus". Un gruppo di 42 studenti e quattro insegnanti di una scuola superiore di Pola che sono tornati ieri da Venezia sono stati posti in isolamento e sotto osservazione per un massimo di due settimane.

Austria, in quarantena 11 persone tornate dall'Italia

Le autorità sanitarie austriache hanno ordinato una quarantena domiciliare preventiva di 12 giorni, a partire da oggi, per 11 persone che lavorano in un ospedale dello stato meridionale della Stiria e che sono rientrate ieri sera da un viaggio nel Nord Italia. Lo ha riferito in una nota l'Associazione Ospedaliera della Stiria (KAGes), sottolineando che si tratta di una misura puramente preventiva e che non sono stati rilevati casi sospetti tra il personale che era andato al Carnevale di Venezia lo scorso fine settimana. Le autorità italiane hanno sospeso l'evento ieri nell'ambito di un'ampia strategia per frenare la diffusione di COVID-19. 
"Sensibilizzati dalle misure di contenimento in atto, oltre che dalle notizie sulla diffusione della malattia polmonare, i dipendenti hanno deciso già durante il viaggio di ritorno di consultarsi" sulle misure da adottare, prima di presentarsi sul posto di lavoro questa mattina, spiega la nota. "A mezzanotte, il direttore medico dell'Istituto di Igiene e Microbiologia dell'ospedale, Klaus Vander, ha ordinato una quarantena domiciliare". "Preferisco prendere la decisione giusta in termini di prevenzione, anche se in seguito potrebbe rivelarsi sbagliata. Se siamo stati o meno troppo prudenti con le nostre misure, non lo sapremo per un anno e mezzo", ha detto Vander. Il ministro della Salute austriaco, Rudolf Anschober, ha definito la situazione "grave" al cospetto della diffusione del virus in Italia lo scorso fine settimana. Tuttavia, ha avvertito che "non c'e' motivo di farsi prendere dal panico" e ha ricordato che finora nessuno dei 183 casi sospetti in Austria è risultato positivo. 

Passeggeri italiani bloccati alle Mauritius; Alitalia organizza rientro per 40 persone

"In base a disposizioni delle autorità di Mauritius, non trasmesse alla compagnia prima dell'arrivo del volo, lo sbarco di 40 persone originanti da Lombardia e Veneto sarebbe stato condizionato a una messa in quarantena locale. Su richiesta degli stessi, ed in costante coordinamento con l'Unità di Crisi della Farnesina, Alitalia ne sta predisponendo il rientro immediato, nonostante nessuno di loro abbia dichiarato sintomi di qualsivoglia malessere". Lo fa sapere Alitalia in una nota.

Bloccato a Lione bus dall'Italia

Bloccato a Lione, nel sud della Francia, un bus proveniente dall'Italia settentrionale. E' quanto scrivono i media locali spiegando che lo stop del mezzo è scattato dopo che una passeggera ha chiamato la polizia, allarmata dalla "forte e anomala tosse" dell'autista del mezzo. I passeggeri del pullman della compagnia Flixbus, sottolinea il sito de Le Progres, sono stati bloccati questa mattina, intorno alle 7 all'autostazione di Perrache e al momento "restano confinati". "Tutti i passeggeri sono confinati fino a nuovo ordine", riferisce l'Agenzia regionale di Salute. Mobilitate anche il Soccorso d'Urgenza e Santé Publique France per valutare la situazione. Il bus, in provenienza da Milano, si è fermato a Torino e Grenoble, prima di arrivare a Lione intorno alle 7 del mattino ha riferito un giornalista di BFM-TV.

Borrelli, 219 i contagiati in Italia


Nei 219 casi complessivi accertati di coronavirus in Italia, ha spiegato Borrelli, sono comprese le 5 vittime e il ricercatore rientrato da Wuhan che è guarito e che è stato dimesso dallo Spallanzani nei giorni scorsi. Al momento, dunque, si registrano 167 contagiati in Lombardia (comprese le 4 vittime), 27 in Veneto (compreso l'anziano morto a Vo' Euganeo), 18 in Emilia Romagna, 4 in Piemonte e 3 nel Lazio (la coppia di cinesi allo Spallanzani e il ricercatore dimesso). Dei 213 positivi, 99 sono ricoverati con sintomi in ospedale, 23 sono in terapia intensiva e 91 in isolamento domiciliare. (ANSA).

Borrelli, l'Italia è un paese sicuro 

"Nel nostro paese c'è sicurezza e si può venire tranquillamente". Lo ha detto il commissario straordinario Angelo Borrelli rispondendo a chi gli chiedeva se ci fossero dei rischi per gli stranieri che vogliono venire in Italia. 

Coronavirus: c’è la quinta vittima

"Sino cinque le vittime in Italia del Coronavirus". Lo ha detto il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli sottolineando che la quinta vittima è un adulto di 88 anni di Caselle Lanne, in Lombardia.


Spallanzani. Tutti negativi i test di questi giorni, migliora donna cinese

"Tutti i test di ricerca del nuovo coronavirus effettuati in questi giorni sono risultati negativi, ad eccezione della signora cinese, ancora in terapia intensiva ma con condizioni stabili, vigile e orientata e con respiro autonomo e ripresa dell'alimentazione. Il marito, tuttora ricoverato in regime ordinario, prosegue il percorso di riabilitazione". È quanto si legge nell'ultimo bollettino medico diffuso dall'Istituto nazionale per le malattie infettive, Lazzaro Spallanzani, di Roma. "Sono stati valutati, ad oggi, presso la nostra accettazione 114 pazienti- continua il bollettino- Di questi, 75, risultati negativi al test, sono stati dimessi. Trentanove sono i pazienti tutt'ora ricoverati. Si è provveduto a formalizzare un accordo con l'Ospedale pediatrico Bambino Gesù che prevede, nell'ambito di una estensione della già vigente collaborazione, la presa in carico dei bambini accompagnati dai genitori, con sintomatologia riferibile alla infezione da nuovo coronavirus".

Volo Alitalia bloccato alle Mauritius con 300 persone a bordo

"La Farnesina sta seguendo sin dalle prime battute la vicenda dell'aereo italiano bloccato a Mauritius, in contatto costante con la compagnia aerea Alitalia e con l'ambasciata a Pretoria, competente per l'area, al fine di assicurare la massima assistenza agli italiani a bordo". Così in una nota il ministero degli Esteri, sul caso dei circa 300 passeggeri del volo partito da Roma, fermati dopo l'atterraggio questa mattina nello scalo di Mauritius. Una misura, questa, che le autorità locali avrebbero motivato con la diffusione del coronavirus. Sono una settantina (su circa 300) i passeggeri del volo provenienti da Lombardia e Veneto ai quali non è stato permesso lo sbarco alle Mauritius. Lo si apprende da fonti informate.

Coldiretti, frutta e verdura garantiti dovunque


I rifornimenti di frutta e verdura sono garantiti dagli agricoltori in tutte le aree del Paese con i mercati generali all'ingrosso che hanno aperto e funzionano regolarmente, da Milano a Padova fino a Roma. Lo rende noto la Coldiretti in riferimento alla corsa agli acquisti che si sta verificando in supermercati e negozi. Nel week end si è registrato un aumento della spesa per prodotti alimentari freschi e trasformati stimato tra il 5 e il 10%, secondo il monitoraggio della Coldiretti nei mercati di Campagna Amica. La crescente preoccupazione, sottolinea la Coldiretti, sembra spingere molti a fare scorte con la sollecitazione delle autorità alla limitazione degli spostamenti per evitare la diffusione del contagio. Anche perché nelle aree già a rischio sono state adottate misure cautelative con la chiusura di negozi, centri commerciali e mercati all'aperto per evitare forme di aggregazione. Tra i prodotti più richiesti, conclude la Coldiretti, frutta, verdura e carne ma anche altri alimenti conservabili. 

Scuole chiuse per tutta la settima in Trentino 

Chiusura di asili, scuole e università prolungata per tutta la settimana corrente e annullamento delle manifestazioni carnevalesche previste per la giornata di domani in Trentino. Sono le ultime decisioni che la Giunta provinciale ha discusso e deciso di adottare in via prudenziale al termine di una riunione di aggiornamento svoltasi questa mattina. Già ieri, dopo la comunicazione di tre persone contagiate dal corona virus a Fai della Paganella, tre turisti lombardi già trasportati all'ospedale di Bergamo, la Giunta provinciale aveva deciso di intensificare l'igienizzazione dei mezzi di trasporto pubblico e di disporre la chiusura dell'Università, concordata con il Rettorato, per tutta la settimana. Il provvedimento non riguarda il personale docente, tecnico e amministrativo. Prevista anche la chiusura al pubblico delle aule e delle biblioteche universitarie della città. Salvo ulteriori comunicazioni, si riapre lunedì 2 marzo. Sono in corso inoltre contatti con la Diocesi per quanto riguarda la gestione di cerimonie che prevedono un considerevole afflusso di fedeli. "Per quanto riguarda il Carnevale - spiega il presidente della Provincia, Maurizio Fugatti - abbiamo tenuto conto delle decisioni assunte da Veneto e Lombardia, regioni a noi confinanti. In questo momento in Trentino non risultano problemi. Ma, pur sapendo che molte iniziative si svolgono all'aperto, il notevole assembramento di persone di ogni età ed il rischio che tra di loro possa esserci qualcuno che proviene dalle zone lombarde e venete poste in isolamento, consiglia una linea di prudenza".


Speranza, “Coordinamento unico nazionale con regioni. No iniziative estemporanee”
 
“È indispensabile che ci sia un solo centro di coordinamento per la gestione dell’emergenza in cui siano pienamente coinvolte tutte le regioni e con la guida del nostro coordinamento scientifico. Così sta funzionando, come dimostrano le ordinanze firmate nella giornata di ieri. Non servono scelte unilaterali di singoli territori”. Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, a margine della task-force nella sede della Protezione Civile.

In Irpinia due denunce per procurato allarme

Due persone sono state denunciate nell'Avellinese per procurato allarme. Si tratta di un 40enne e di un 60enne, entrambi residenti nel capoluogo irpino, che su un gruppo molto seguito di Facebook hanno diffuso la falsa notizia di un contagiato da coronavirus nel comune di Serino (Avellino). Le indagini dei carabinieri hanno consentito di fermare sul nascere le preoccupazioni che la notizia aveva provocato nella comunità. Indagini sono in corso anche per valutare i profili eventualmente penali di quanti, sempre sulle pagine dei social, hanno indirizzato insulti ed anche minacce nei confronti di cittadini irpini residenti in Lombardia che nei giorni scorsi hanno fatto ritorno nei paesi d'origine. Si tratta di tre insegnanti, due fratelli di 27 e 29 anni, tornati venerdì scorso da Codogno (Lodi) in treno a Lauro (Avellino) e di un altro insegnante che ha fatto ritorno a Taurano (Avellino) in auto. Dalle ingiurie social non è stato risparmiato anche il giovane originario di Montefusco (Avellino) anch'egli tornato venerdì scorso dalla cittadina lombarda, dove lavora come cameriere. Tutti non hanno avvertito le autorità della loro intenzione di lasciare le zone del focolaio virale per tornare nei paesi di origine. Sono complessivamente 26 le persone sottoposte a quarantena domiciliare nei rispettivi comuni di residenza su disposizione dei rispettivi sindaci che contestualmente hanno allertato il Prefetto di Avellino e le autorità sanitarie locali. Hanno l'obbligo di comunicare ogni 12 ore eventuali variazioni della temperatura corporea e eventuali sintomi influenzali. Per altre 4 persone, residenti a Carife (Avellino) sono in corso accertamenti.

Borrelli, risposta immediata e tempestiva

La sorpresa di cui ha parlato il premier Conte "è nella rapidità con cui c'è stata l'impennata dei casi" ma la reazione del governo, del sistema sanitario e di quello della protezione civile "è stata immediata e tempestiva". Lo ha detto il commissario per l'emergenza coronavirus Angelo Borrelli prima dell'arrivo del premier Conte alla protezione Civile. "Noi italiani - ha aggiunto - passiamo come un paese di indisciplinati, ma siamo molto ordinati quando c'è da rispettare delle precauzioni che riguardano la salute di tutti"


Borrelli, nessuno è senza assistenza

"Non c'è nessuno senza assistenza sanitaria e senza il supporto della protezione civile". Lo ha assicurato il commissario per l'emergenza Angelo Borrelli poco prima di fare il punto sul numero dei contagiati, auspicando che "con le misure prese si possa limitare il contagio". Quanto allo scenario che si prefigura per le prossime settimane, il capo della Protezione Civile ha parlato di un "criticità che però è gestita in modo ordinato e senza problemi", in modo da non creare ulteriori disagi ai cittadini. 

Borsa: Milano peggiora (-4,3%) insieme a borse europee

Piazza Affari peggiora (-4,3%) con l'Italia ormai considerata l'epicentro europeo del Coronavirus. Il contagio riguarda anche gli altri listini con Francoforte e Parigi in calo del 3,8% e Londra del 3,2% guardando anche ai futures Usa negativi
 
Piacenza, telefonate da finti operatori sanitari: "veniamo a fare tampone"

Sono state segnalate, alla Polizia Locale di Piacenza, telefonate da parte di finti operatori sanitari che sostengono la necessità di eseguire, a domicilio, il tampone per la rilevazione del Coronavirus. Dal Comando di via Rogerio, a Piacenza, arriva l'indicazione di respingere queste proposte e di non lasciar accedere, alla propria abitazione, chiunque si presenti con tale motivazione. Il Comune di Piacenza ricorda, infatti, che gli operatori sanitari effettuano visite ed eventuali esami a domicilio solo se allertati preventivamente dai cittadini stessi che, attraverso il medico di famiglia, il 118, il numero nazionale 1500 o lo 0523-317979, istituito dall'Azienda Usl di Piacenza, abbiano segnalato sintomi sospetti o la necessità di accertamenti. In nessun caso avviene che siano gli operatori sanitari a contattare, di propria iniziativa, le persone, né telefonicamente né presentandosi alla porta: ogni approccio di questo genere va pertanto respinto, rivolgendosi immediatamente al 113, 112 o allo 0523-7171, per consentire un tempestivo intervento. 

Nessuna limitazione per frontalieri Italia-Svizzera

Non ci sono stati particolari controlli stamattina ai valichi di frontiera tra Italia e Svizzera per il coronavirus. "Il transito dei nostri frontalieri è stato regolare" afferma Antonio Locatelli, coordinatore dei frontalieri del Verbano Cusio Ossola. I 6 mila lavoratori italiani non hanno subito rallentamenti o controlli sanitari ai posto di confine di Gondo (Canton Vallese), Brissago e Camedo (Canton Ticino).  

La Francia non chiude le frontiere con l'Italia

Chiudere le frontiere con l'Italia "non avrebbe senso". Lo ha dichiarato il ministro della Sanità francese, Olivier Veran, che, interpellato da France 2, ha detto che "un virus non si ferma alle frontiere". Il ministro ha poi sottolineato che "non si può parlare veramente di epidemia in Italia" dove "la situazione è sotto controllo da parte delle autorità" che sono intervenute con misure "per evitare che si abbia un'epidemia". Veran ha poi concluso sottolineando che il governo francese "controlla questa situazione con enorme attenzione". 

Coronavirus: domani missione in Italia di Ue-Oms

A seguito degli sviluppi in Italia della situazione legata alla diffusione del coronavirus, domani sarà mandata in Italia, "in accordo con le autorità italiane", una missione congiunta dell'Ecdc e dell'Oms. Lo ha annunciato la commissaria europea alla Salute, Stella Kyriakides, sottolineando che negli ultimi giorni è stata "in regolare contatto" con il ministro della Salute Speranza. L'Italia ha preso "tutte le misure necessarie" per tracciare la diffusione del virus e prevenire ulteriori contagi, ha detto.

Redazione