fonte Pixabay

Virus Cina: Ue, pronti ad attivare il meccanismo di protezione civile

Mercoledì 29 gennaio la Commissione europea farà "il punto della situazione sul nuovo Coronavirus e i passi adottati dagli Stati membri per contenere l'epidemia in Europa", ha detto la portavoce

Articolo aggiornato alle 17:07 del 28/01

La Commissione europea è pronta ad ad attivare il Meccanismo europeo di protezione civile per limitare la diffusione del nuovo Coronavirus che ha avuto origine nella città cinese di Wuhan. "La Commissione sta lavorando a tutti i livelli per monitorare la situazione sulla diffusione del Coronavirus", ha detto la portavoce dell'esecutivo comunitario, Dana Spinant


La Commissione "ha attivato il sistema di allerta rapido, un sistema interno della Commissione, per condividere le informazioni tra i servizi rilevanti". Inoltre, il Centro di coordinamento della risposta alle emergenze dell'Ue "sta discutendo con gli Stati membri azioni per risposte d'emergenza incluso l'uso del meccanismo Ue per la protezione civile se e quando richiesto", ha spiegato la portavoce. Il Coronavirus sarà all'ordine del giorno del collegio dei commissari domani, mercoledì 29 gennaio. La Commissione farà "il punto della situazione sul Coronavirus e i passi adottati dagli Stati membri per contenere l'epidemia in Europa", ha detto la portavoce.

La situazione in Italia
“Il Ministro Roberto Speranza ha fornito un’informativa sull’epidemia Coronavirus per accelerare l’efficacia operativa, ringraziando del lavoro finora svolto e della fattiva collaborazione Ministero-Regioni”, spiega il coordinatore della Commissione salute della Conferenza delle Regioni Luigi Icardi (Assessore alla Sanità della Regione Piemonte). L’incontro è avvenuto nella sede della Conferenza delle Regioni a Roma. “L’intento è di costruire, nel miglior modo possibile e velocemente, una rete nazionale epidemiologica, evitando inutili allarmismi e rilevando come lo stesso OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, ritenga che già ora l’Italia abbia impostato le misure più significative a livello mondiale. Quindi - aggiunge Icardi - si lavora per sostenere l’efficacia dei processi e dei disciplinari sanitari, al fine di garantire la migliore prevenzione per la salute dei cittadini. Il sistema Paese sta funzionando, lavoriamo tutti per migliorare ulteriormente il livello di coordinamento Ministero-Regioni”

Red/cb
(Fonte: Agi)