Non solo nascite in diretta: la tecnologia video è al fianco della Protezione Civile

FlagMii EML è un software che permette di collegare in diretta una Centrale Operativa e una qualsiasi persona dotata di smartphone senza necessità di investimento in apparecchiature ad hoc

Articolo promozionale

Il periodo di Natale ci ha consegnato due belle testimonianze di come la tecnologia possa essere realmente d’aiuto in situazioni critiche. A Bologna, un operatore del 118 in collegamento video ha guidato due genitori intenti a salvare il proprio bimbo che stava soffocando e dopo pochi giorni è stata la volta di una coppia che ha fatto nascere il proprio bambino grazie al supporto dell’infermiera collegata in streaming, come era già capitato nel cuneese poche settimane prima.

Dietro a questi episodi, meno rari di quanto si possa pensare, c’è uno strumento disponibile anche per gli ambiti di Protezione Civile: è FlagMii EML, un software completamente made in Italy ben noto negli ambienti dell’emergenza per le sue potenzialità di collegamento video in diretta tra la Centrale Operativa e una qualsiasi persona dotata di smartphone. 



Nel campo della Protezione Civile, le funzioni video di FlagMii EML rappresentano una vera rivoluzione ma proseguono una rotta già tracciata e consolidata proprio grazie agli impieghi nel soccorso sanitario, caratterizzati da tempi di risposta minimi e da una macchina organizzativa stringente. Tutto ciò ha permesso di bruciare le tappe normalmente necessarie a qualsiasi innovazione e di lavorare su risultati certi, con un software robusto e ampiamente testato sul campo.

Il funzionamento di FlagMii EML è incredibilmente semplice: l’operatore della Sala Operativa, della COC o di un qualsiasi centro di gestione invia un SMS allo smartphone di un volontario o di un tecnico. Con un semplice link, quest’ultimo avvia una connessione protetta e dedicata e il gioco è fatto: da quel momento è possibile offrire alla centrale uno sguardo in prima persona su ciò che sta succedendo.

La vera rivoluzione è che tutto questo è possibile senza installare alcuna app, senza utilizzare telecamere specifiche, senza coinvolgere operatori specializzati e senza allestire ponti radio dedicati: basta uno smartphone, che tutti ormai hanno sempre in tasca, e basta saper girare un video col cellulare. Il resto lo fa la piattaforma, che stabilisce il collegamento, organizza il video in un flusso più ampio di gestione dell’intervento e lo rende disponibile per la valutazione immediata o successiva.



La corretta valutazione dell’evento è la chiave di successo di qualsiasi azione di Protezione Civile ma richiede due fattori imprescindibili:

  • conoscere quanto accade senza il filtro del resoconto altrui;
  • essere “sul posto” in tempi brevissimi.

Le funzioni video di FlagMii EML risolvono entrambe le necessità, dato che sono dirette - perché il video è oggettivo, inconfutabile, senza mediazione e fraintendimenti - ma sono anche in diretta, quindi azzerano tempi e distanze. Con FlagMii EML qualsiasi operatore può estrarre il proprio smartphone dalla tasca e collegare istantaneamente lo specialista con lo scenario di crisi, ovunque egli si trovi, addirittura mentre è ancora a casa o già in viaggio verso il luogo interessato. In più, in mancanza di rete dati è anche possibile registrare un video e trasmetterlo successivamente, quando la connessione con la COC o con la sala operativa viene ripristinata.

È importante sottolineare che non stiamo parlando di una comune videochiamata. La funzione video di FlagMii EML è inserita in uno strumento professionale in grado di mantenere un flusso operativo governato dagli operatori di centrale, che stabiliscono chi e quando deve trasmettere le immagini necessarie alla valutazione. In condizioni particolari, opzionalmente, è possibile coinvolgere anche un comune cittadino, esattamente com’è successo nei casi dei parti assistiti e del bambino a rischio di soffocamento. Uscendo dagli ambiti del 118 e tornando nel campo della Protezione Civile, si pensi al caso di un escursionista che rileva un potenziale evento franoso imminente.

È più frequente, però, il caso in cui la Sala Operativa incarica il proprio organico di recarsi presso lo scenario di intervento e di inviare immagini mirate per la valutazione. Dai terremoti alle valanghe che coinvolgono strutture, è fuori discussione che l’impiego di esploratori qualificati che trasformano i loro smartphone negli occhi dei coordinatori può migliorare sensibilmente la gestione di una crisi. Grazie a FlagMii EML il coordinatore può anche consultare più flussi video contemporaneamente, tutti in diretta, provenienti da vari smartphone e quindi da diversi punti dello scenario di crisi. Le potenzialità di questa vera e propria regia mobile sono evidenti. Oltre al video in diretta, durante il collegamento è anche possibile scambiare fotografie, documenti, mappe e ulteriori filmati provenienti anche dalle ricognizioni dei droni. Tutto quanto viene memorizzato in modo ordinato su una piattaforma cloud per essere poi consultato successivamente.

In pratica, con FlagMii EML si passa da una gestione a fasi successive, dominata dall’aggiornamento periodico, frammentato, talvolta disomogeneo, a una nuova era di coordinamento continuo, fluido e progressivo, grazie a immagini continue che vanno a sostituire e-mail, messaggi, report a volte compilati in situazioni disagevoli. Anche perché dall’altra parte dello schermo, a osservare lo svolgimento delle attività, potrebbe esserci un responsabile di alto livello, che ha bisogno di essere mantenuto costantemente aggiornato sulle azioni intraprese.