Fonte foto: misericordie.it

Riforma della Protezione Civile: per le Misericordie un decreto che consente alle associazioni il lavoro di prevenzione e la presenza sul territorio

Il Presidente Roberto Trucchi soddisfatto dopo l'approvazione del decreto: “ascoltate le richieste e le istanze delle Associazioni di Volontariato e fatto tesoro di tutti gli ultimi eventi calamitosi in Italia”.

Siamo particolarmente soddisfatti del testo approvato dal Consiglio dei Ministri. Sono state ascoltate le richieste e le istanze delle Associazioni di Volontariato e si è fatto tesoro di tutti gli ultimi eventi calamitosi che hanno colpito il territorio italiano”.

Queste le parole di Roberto Trucchi, Presidente della Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia, dopo l'approvazione del Decreto di attuazione della Riforma della Protezione Civile da parte del Governo.

Un commento positivo dunque, soprattutto per la riconferma del ruolo delle associazioni e per il rapporto tra le Consulte del Volontariato e gli organi istituzionali.
“Le Misericordie e le altre associazioni potranno proseguire nel loro lavoro di prevenzione e di presenza nel territorio, ma soprattutto, continueranno ad essere uno degli elementi essenziali del ‘sistema’ di Protezione Civile, soprattutto per quanto riguarda la sua operatività. Il ruolo del volontariato è stato razionalizzato e tutto questo ci permetterà di intervenire al meglio nelle prossime occasioni”, conclude Trucchi.

Red/la

(Fonte: Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia)