fonte immagine: Città Metropolitana Napoli (pagina Fb)

Terremoto Ischia: 1177 sfollati. Attivate le prime squadre di geologi per i rilevamenti

Sono saliti a 1.177 gli sfollati di Ischia ospitati prevalentemente in strutture alberghiere: 897 di Casamicciola e 231 di Lacco Ameno. Intanto proseguono interrotte le verifiche di agibilità, 248 i sopralluoghi già effettuati. Attivate su richiesta del DPC le prime squadre di geologi per le attività di supporto ai centri operativi

A seguito della richiesta di collaborazione da parte del Capo del Dipartimento della Protezione civile Angelo Borrelli, il Consiglio Nazionale dei Geologi,  ha attivato, in collaborazione con l'Ordine della Campania, le prime squadre di geologi per le attività di supporto ai centri operativi per il sisma che ha colpito Ischia lo scorso 21 agosto. Il Presidente del CNG, Francesco Peduto, ha prontamente avviato tutte le procedure per rendere disponibili i tecnici che svolgeranno le attività di rilevamento delle problematiche geologico-tecniche correlate all'agibilità degli edifici, di gestione dei dati e di predisposizione di carte tematiche, già ampiamente testate e tuttora in corso per il terremoto dell'Italia Centrale

Intanto proseguono sull'isola le attività di assistenza alla popolazione e le verifiche agibilità. Ad oggi sono 1.177 le persone assistite dal Servizio Nazionale della Protezione Civile ospitate prevalentemente in strutture alberghiere, di cui,  secondo i dati forniti dai Comuni:
897 sono i cittadini di Casamicciola
231 a Lacco Ameno ai quali si aggiungono 30 persone che hanno scelto di passare la notte presso il Palazzetto dello sport di Forio,   predisposto nei giorni scorsi in via precauzionale per garantire l’ospitalità, se necessario, fino ad un massimo di circa 120 cittadini.
Al numero degli assistiti si devono aggiungere poi 19 persone spostate da una struttura di lunga degenza nel comune di Forio in parte in albergo e in parte in un’analoga struttura dell’isola e tutti i cittadini che, non potendo rimanere nelle proprie case perché inagibili o in attesa delle verifiche, hanno trovato autonomamente una sistemazione.

Proseguono, poi, le verifiche di agibilità sugli edifici pubblici, sulle strutture alberghiere e sulle abitazioni private per le quali i cittadini di Casamicciola, Lacco Ameno e Forio d’Ischia hanno presentato domanda di sopralluogo presso i centri di coordinamento comunale.

A sabato sono stati effettuati complessivamente 248 sopralluoghi:
- 27 verifiche su strutture scolastiche (10 edifici agibili, 7 parzialmente o temporaneamente inagibili e 10 inagibili),
- 7 su edifici pubblici (3 agibili, 3 temporaneamente inagibili e 1 inagibile),
- 2 sugli istituti di cura (di cui 1 agibile e 1 temporaneamente inagibile)
- 41 verifiche sugli alberghi (31 agibili di cui 1 agibile come struttura ma non utilizzabile per rischio esterno, 2 temporaneamente inagibili anche per rischio esterno, 1 da rivedere e 7 inagibili),
- 171 sopralluoghi su edifici privati (di cui 54 dichiarati agibili, 4 agibili come struttura ma inagibili per rischio esterno, 37 temporaneamente o parzialmente inagibili e 76 inagibili).

Nella giornata di ieri sono 22 le squadre di tecnici abilitati Aedes (Agibilità e danno nell'emergenza sismica) impegnati tra Casamicciola, Lacco Ameno e Forio d’Ischia. Secondo i dati comunicati dai tre Comuni, al momento, al centro operativo comunale di Casamicciola sono pervenute da parte dei cittadini 1.126 richieste di sopralluogo agli edifici privati, 25 quelle presentate a Forio d’Ischia mentre, il Comune di Lacco Ameno, a parziale rettifica del dato dei giorni scorsi, ha comunicato di aver registrato presso i propri uffici 566 domande.


red/pc
(fonte: DPC/CNG)