fonte Archivio sito

Vaccini, boom di prenotazioni con l'obbligo di Green Pass

Lazio, Piemonte, Veneto e Lombardia registrano un aumento consistente del numero delle prenotazioni dei vaccini contro il coronavirus

Con il nuovo Dpcm che introduce l'obbligo di Green Pass, e quindi una serie di limitazioni a chi non ha fatto almeno una dose di vaccino contro il coronavirus, le prenotazioni sono raddoppiate in poco tempo in molte regioni italiane.

Lazio
L'effetto boom si è sentito in Lazio: "Dall'annuncio di ieri, da parte del presidente del Consiglio Mario Draghi in merito al Green Pass abbiamo avuto oltre 38mila nuove prenotazioni per i vaccini, una spinta importante in una regione come il Lazio che oggi ha superato le 6,5 milioni di dosi somministrazioni e in cui il 62% della popolazione adulta ha completato il ciclo vaccinale" ha dichiarato l'assessore alla sanità della Regione Lazio Alessio D'Amato.

Piemonte
A poche ore dalle decisioni del Governo in materia, in Piemonte "le prenotazioni per le vaccinazioni contro il Covid-19 sono raddoppiate" ha detto il governatore Alberto Cirio. "Le decisioni di ieri del Governo - ha sottolineato Cirio - hanno avuto in Piemonte l'effetto di raddoppiare le richieste per le vaccinazioni: ogni ora sul nostro portale registriamo il doppio delle adesioni rispetto alle media dei giorni precedenti".

Lombardia
Cresce l'adesione alla campagna vaccinale anche in Lombardia. Ieri, infatti, circa 49mila cittadini si sono prenotati per la vaccinazione sul portale di Poste Italiane e Regione. Ben 30mila in più rispetto a mercoledì 21 luglio, quando le prenotazioni furono 28.368.

Veneto
Poi c'è chi si preoccupa che le dosi siano abbastanza per tutti: "Per vaccinarsi, dalle telefonate ricevute dai call center, registriamo un assalto alla diligenza" ha detto Luca Zaia, governatore del Veneto. "Le forniture restano costanti - ha aggiunto - ma il nostro 'tran tran' sul livello vaccinale ha visto un impennarsi delle richieste".

Red/cb

(Fonte: Ansa)